Da Deliveroo, un Dicembre di novità: zero commissioni su asporto e 6 nuove località attivate

Da Deliveroo, un Dicembre di novità: zero commissioni su asporto e 6 nuove località attivate

News Lunedì, 07 Dicembre 2020 00:10

Deliveroo chiude il 2020 confermando sia il piano di espansione territoriale che il proprio impegno a sostenere il settore della ristorazione, tra i più colpiti dall’emergenza Coronavirus. 

Difatti, a Dicembre, infatti, la piattaforma dell’on line food delivery approda anche a Casamassima (Puglia), Rubano (Veneto), Borgomanero e Castelletto Ticino (Piemonte), Carbonia (Sardegna) e Fornacette (Toscana). Dunque, salgono a 259 le città italiane dove è possibile ordinare dal proprio ristorante preferito attraverso l’App Deliveroo, non soltanto attraverso la consegna a domicilio, ma anche tramite il servizio di asporto su piattaforma.

Dal Maggio scorso, durante il primo lockdown, Deliveroo ha introdotto la funzione “ritiro”, cioè la possibilità di prelevare direttamente al ristorante il cibo ordinato, senza alcun costo aggiuntivo per i consumatori. Ora, nell'ambito delle iniziative predisposte per sostenere i propri ristoranti partner, Deliveroo ha deciso di azzerare ai ristoranti, per i prossimi 2 mesi, tutte le commissioni per il servizio di asporto su piattaforma.

Deliveroo PR library imagery© Mikael Buck / Deliveroo

Inoltre, prosegue anche questo mese la partnership attivata con McDonald’s: il servizio McDelivery viene esteso ai McDonald’s di Casamassima in Via Noicattaro, di Rubano in Via Pria Fosca, di Borgomanero in Via Santa Cristinetta, di Cremona in Via Castelleone, di Carbonia in Via della Stazione e, infine, di Fornacette in Via Mazzei.

Al momento dell’ordine, i clienti possono scegliere tra le opzioni “consegna” (la pietanza ordinata sarà recapitato direttamente all’indirizzo indicato) e “ritiro” (il cliente si reca direttamente al locale). Nel momento in cui si sceglie la funzione “ritiro”, i ristoranti disponibili saranno elencati in base alla distanza, a partire dai più vicini.

Prima di ordinare, i clienti possono confermare l’orario di ritiro e la distanza dal ristorante in modo da far coincidere il momento di arrivo al ristorante con i tempi di preparazione del piatto ordinato. In seguito, sarà lo stesso ristorante a specificare le istruzioni per il ritiro. Per i ristoranti, gli ordini con “ritiro” sono visibili da tablet ed è, quindi, evidenziata la differenza con gli ordini delivery, effettuati attraverso la consegna dei riders.

Matteo Sarzana General Manager di Deliveroo Italia

Matteo Sarzana, General Manager Deliveroo Italia, dichiara: “Nel corso del lockdown, abbiamo deciso di offrire un’opportunità in più ai consumatori e un ulteriore canale di vendita per i nostri ristoranti partner. Si tratta di un servizio apprezzato fin da subito dai ristoranti e che si rende ancor più importante di fronte alle restrizioni in atto. Non è un caso che, da Settembre a Novembre, i ristoranti che hanno deciso di offrire il servizio di asporto sono raddoppiati. Mai come in questa fase, Deliveroo ha dimostrato di essere un servizio essenziale, una vera e propria ancora di salvezza per migliaia di ristoranti e per i consumatori”.