Analisi Salesforce: nei primi 3 mesi del 2021, il commercio digitale globale è cresciuto del +58%

Analisi Salesforce: nei primi 3 mesi del 2021, il commercio digitale globale è cresciuto del +58%

News Martedì, 20 Aprile 2021 12:09

Nel primo trimestre del 2021, il commercio digitale globale ha registrato una crescita pari al +58% su base annua, nettamente superiore ai livelli pre-Covid (nel primo trimestre 2020, era +17%), confermando come il fenomeno degli acquisti on line sia, ormai, parte integrante delle abitudini di acquisto dei consumatori. 

Addirittura, è l’Italia ad aver fatto ancora meglio con una crescita del +78%, posizionandosi al quarto posto tra i Paesi con il maggior aumento percentuale dopo Canada, Olanda e Regno Unito. Ciò è quanto emerge dai dati riferiti al primo trimestre del 2021 dello Shopping Index, il report trimestrale elaborato da Salesforce e che descrive i trend dello shopping on line attraverso i dati di oltre 1 miliardo di consumatori in tutto il mondo. 

L’Italia registra interessanti comportamenti di consumo, tra i quali il commercio digitale, quindi, cresciuto del +78% su base annua nel primo trimestre: si tratta di un aumento rilevante, al di sopra sia della crescita globale che del tasso di crescita del primo trimestre 2020 (+26%). Oltre a ciò, la crescita del traffico generato da mobile è passata dal 21% del trimestre precedente al 24% nel primo trimestre del 2021 e l’aumento del traffico generato da pc si è dimezzato passando dal 40% dell’ultimo trimestre del 2020 al 20% nel primo trimestre 2021. 

e commerce

Quest’ultimo dato evidenzia un marcato incremento rispetto al primo trimestre 2020, quando il traffico generato da pc si attestava al 12%. L’Italia risulta tra i Paesi con i tassi di conversione più bassi al mondo (1,1%), insieme a Giappone (1,2%) e Spagna (1%). In seguito all’insorgere della grave emergenza pandemica e al conseguente spostamento on line di rivenditori e consumatori, i dati del primo trimestre 2021 confermano che le abitudini di spesa che hanno preso forma nel corso del 2020 e delle passate festività natalizie sono destinate a restare.

Con la riapertura progressiva in Paesi come gli USA, i rivenditori e le aziende dovranno ripensare al ruolo degli store fisici (e dei rispettivi staff) e a come il digitale può svolgere un ruolo fondamentale nella shopping experience nel 2021. 

Woman and Small shopping cart with Laptop for Internet online shopping concept

Gianluca De Cristofaro, Regional Sales Vice President Commerce Cloud Italy di Salesforce, commenta: “Lo scorso anno, i negozianti sono stati costretti a un’importante discontinuità, dovendo reagire all’afflusso di nuovi consumatori digitali e adottando così nuove tecniche di vendita come il ritiro in negozio o tramite punti di raccolta. La crescita del commercio digitale nel primo trimestre è il segnale che i rivenditori dovranno continuare a incrementare i loro investimenti nel digitale, mentre saranno impegnati nel riorganizzare l’esperienza nel punto vendita. In definitiva, i negozi devono offrire un equilibrio di esperienze contactless e immersive per soddisfare le diverse esigenze dei consumatori”.