Ricerca Klarna: i consumatori italiani amano fare shopping, ma in modo consapevole

Ricerca Klarna: i consumatori italiani amano fare shopping, ma in modo consapevole

Vota questo articolo
(0 Voti)

Da una recente ricerca condotta da Klarna, player specializzato in servizi di pagamento e di acquisto, emerge che i consumatori italiani amano fare shopping, ma, allo stesso tempo, sono attenti a non superare i propri limiti finanziari.  

Nel dettaglio, se oltre 8 italiani su 10 non rinunciano allo shopping, la maggior parte di essi è attenta a non esagerare, tanto che l’89% degli intervistati ha confermato di riuscire a gestire entrate e uscite in modo da risparmiare tutti i mesi. 

L’indagine targata Klarna, quindi, evidenzia che i nostri connazionali amano fare acquisti, ma lo fanno tendendo conto delle proprie possibilità di spesa: difatti, appena il 4% afferma di lasciarsi andare allo shopping sfrenato. Il 44% acquista ciò che piace, comunque facendo attenzione a non sforare il limite di budget prestabilito, mentre il 20% preferisce aspettare il periodo dei saldi per soddisfare i rispettivi desideri.

shopping

Il 18% ammette di cedere, qualche volta, alla tentazione, ma, poi, è capace di frenarsi negli acquisti successivi. Il 13% sembra, invece, essere particolarmente orientato al risparmio e si dichiara disposto a trattenersi e a comprare unicamente ciò che può effettivamente permettersi, se non, addirittura, il minimo indispensabile. Si tratta, in generale, di comportamenti virtuosi tipici di una gestione attenta del denaro che porta 1 italiano su 2 a mettere da parte somme costanti su base mensile.

Oltre a ciò, pur senza regolarità, il 38% del campione intervistato dichiara di riuscire comunque a risparmiare qualcosa tutti i mesi, mentre il 10%, pur spendendo tutto ciò che guadagna, fa attenzione a non andare in rosso sul proprio conto corrente. Malgrado il 74% degli intervistati confermi di aver iniziato a fare maggior ricorso ai pagamenti cashless con il diffondersi della pandemia da Covid-19, il 69% precisa di non essere portato a spendere di più facendo uso di sistemi elettronici. Parsimoniosi e previdenti, gli italiani, tuttavia, non sono esenti dallo stress finanziario: infatti, la gestione del denaro risulta una questione complicata per il 46% degli intervistati, mentre arriva a generare un vero e proprio stato di ansia per il 12%.

Klarna

In loro soccorso, arrivano le App, utilizzate da 2 italiani su 3 sia per controllare che per pianificare le spese in modo semplice e intuitivo. In particolare, se il 35% fa ricorso ad App di terze parti per l’amministrazione del budget, il 32% del campione fa affidamento unicamente ai servizi di digital banking offerti dagli istituti finanziari. I consumatori con oltre 55 anni di età, invece, si dimostrano più tradizionalisti: il 44% di essi continua a preferire l’estratto conto cartaceo rispetto alla gestione tramite smartphone o PC.

Francesco Passone Country Manager di Klarna Italy

Francesco Passone, Country Manager Italia di Klarna, commenta: “Gli italiani sono attenti alle spese e sanno scegliere le occasioni migliori: la ricerca appena condotta mostra, infatti, che il 74% di loro sarebbe propenso a incrementare i propri acquisti se potesse dividerli in 3 rate. Inoltre, ci si sta dirigendo verso un’esperienza sempre più orientata al digitale: se, da un lato, questo porta a una progressiva semplificazione dei processi, dall’altro, implica anche una presa di responsabilità da parte di banche e servizi di pagamento che devono saper supportare i consumatori con policy che ne tutelino l’integrità finanziaria e li aiutino a gestire i pagamenti in modo consapevole e privo di rischi”.

Poi, Passone aggiunge: “Per noi di Klarna, per esempio, offrire un’esperienza di smooth shopping significa anche impegnarci affinché i nostri utenti possano avere sempre piena visibilità dei propri pagamenti, gestendoli in maniera flessibile e compatibile con la loro disponibilità economica”.