Introdotto da Ceva Logistics un servizio di treni rapidi tra Cina e Francia

Introdotto da Ceva Logistics un servizio di treni rapidi tra Cina e Francia

Vota questo articolo
(0 Voti)

Per fornire una capacità di trasporto supplementare ai corrieri in uno scenario di domanda senza precedenti di servizi di trasporto e logistica, di recente, è stato introdotto da Ceva Logistics un servizio di treni rapidi da Jinhua (Cina) a Dourges (Francia). 

Il primo treno è partito dalla Cina per un viaggio di 18 giorni. Caricato con 22 container pieni di varie forniture, il treno di Ceva Logistics è partito da Jinhua il 26 Novembre ed è arrivato a Dourges 18 giorni dopo, in data 14 Dicembre. Il treno collega una serie di Paesi “Belt and Road”, come Kazakistan, Russia, Bielorussia e Germania, con un viaggio di oltre 11mila chilometri

Avendo Dourges come punto di transito, l’estensione di destinazione coprirà Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Italia e Francia. In particolare, tramite il treno espresso Jinhua-Dourges, Ceva Logistics è in grado di fornire ai propri clienti esistenti soluzioni ferroviarie Cina-Europa rapidi, convenienti e, allo stesso tempo, sostenibili. Rispetto al movimento merci via camion, il ricorso al treno riduce le emissioni di CO2 fino al 67%.

Xavier Bour Global Ground and Rail Product Leader di CEVA Logistics

Xavier Bour, Global Ground and Rail Product Leader di Ceva Logistics, dichiara: “Con una supply chain globale che sta sperimentando una domanda senza precedenti di servizi di trasporto e logistica, Ceva Logistics si impegna a fornire ai suoi clienti attuali e potenziali soluzioni convenienti e sostenibili. Le nostre soluzioni ferroviarie e multimodali, in collaborazione con la nostra società madre CMA CGM Group, tra la Cina e l’Europa, fanno parte di questa strategia”.

Poi, Bour aggiunge: “La Francia è un importante hub logistico sul mercato europeo e, con questo nuovo servizio, Ceva Logistics ha attinto al mercato ferroviario per l’Europa Orientale e Occidentale. Il nostro prossimo ampliamento della nostra impronta ferroviaria sarà lo sviluppo del mercato dell’Europa Meridionale”.