Assologistica contro lo stop dell’Agenzia delle Dogane alle autorizzazioni

Assologistica contro lo stop dell’Agenzia delle Dogane alle autorizzazioni

Vota questo articolo
(0 Voti)

Assologistica si è espressa negativamente in merito allo stop dato alle autorizzazioni da parte dell’Agenzia delle Dogane, ravvisandone un ulteriore ostacolo al comparto logistico, già messo duramente alla prova dall’emergenza Coronavirus. 

In particolare, Stefano Morelli, Presidente della Commissione Dogane di Assologistica, ha così lanciato l’allarme: “La Determinazione Direttoriale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) del 26 Marzo scorso ci coglie di sorpresa. Nel momento peggiore per il Paese dal secondo dopoguerra, la possiamo considerare una disposizione quanto meno discutibile”.

Agenzia delle Dogane

È questo, quindi, il commento di Assologistica alla decisione presa dall’Agenzia delle Dogane di non concedere alcuna autorizzazione, fino al termine dell’emergenza sanitaria, in merito alle decisioni rilasciate tramite Customs Decisions System, autorizzazioni AEO e dello Status di esportatore autorizzato, nonché alle autorizzazioni di proroga dei termini di riesportazione di merci vincolate ai Carnet ATA.

logistica

Inoltre, Morelli ha aggiunto, riferendosi alle possibilità offerte dalla digitalizzazione: “Nel contesto della tecnologia digitale, dove quasi tutte le attività non di produzione possono essere svolte in remoto, il contenuto della determinazione è quanto meno fuori tempo. Le nuove disposizioni non permetteranno al tessuto produttivo nazionale di ricorrere a strumenti fondamentali per poter continuare a essere attivo, competitivo sui mercati internazionali e, di conseguenza, prepararsi in anticipo, non appena terminata l’emergenza. Senza dimenticare che, in questo modo, l’ADM sta venendo meno alla sua missione, sancita all’articolo 2 dello Statuto della stessa, che recita: L’Agenzia favorisce la crescita economica dell’Italia, facilitando la circolazione delle merci negli scambi internazionali”.