Lanciata da D-Link una nuova solution per lo screening di gruppo della temperatura corporea

Lanciata da D-Link una nuova solution per lo screening di gruppo della temperatura corporea

Pubblicato in Soluzioni PDV 08 Giugno 2020

D-Link, player specializzato in soluzioni per la sorveglianza, ha ufficializzato il lancio di DCS-9500T, la nuova telecamera per lo screening di gruppo della temperatura corporea.

La solution consiste in uno smart kit per lo controllo della febbre, dotato di telecamera termografica a doppio obiettivo, di calibratore a corpo nero e di software gestionale. Progettata per monitorare e contenere lo sviluppo del Coronavirus, DCS-9500T abbina la tecnologia di imaging termico con l’Artificial Intelligence per identificare se un individuo presenta temperature elevate: in caso affermativo, la solution lancia automaticamente un alert immediato.

Concepita appositamente per il monitoraggio di aree ampie e trafficate, quali aree commerciali, scuole, fabbriche, uffici, aeroporti o ospedali, la tecnologia di DCS-9500T assicura un veloce rilevamento della temperatura superficiale della pelle fino a un massimo di 30 persone contemporaneamente e con una precisione maggiore di 0,3 gradi.

Il dispositivo all-in-one per lo screening della febbre include una termocamera ad alta precisione con obiettivo termico grandangolare, oltre a un sensore termico microbolometro IRFPA di dimensione 400x300, non raffreddato e ad alta risoluzione, che permette di ottenere sia immagini termiche estremamente nitide che risultati precisi nei caso in cui si identificano soggetti con una temperatura elevata. 

DCS 9500T

Grazie al sensore di imaging ottico Full HD, la termocamera è in grado di realizzare riprese di alta qualità che sovrappongono visioni sia di tipo termico e sia di tipo ottico in un’unica immagine. Inoltre, DCS-9500T, essendo dotata di un’esclusiva tecnologia basata sull’Artificial Intelligence, offre una funzione di riconoscimento facciale intuitiva e integrata nel software gestionale.

La solution per lo screening della febbre è compatibile con i parametri stabiliti dall’ONVIF (Open Network Video Interface Forum), l’organizzazione che opera per favorire la compatibilità tra le apparecchiature impiegate nella videosorveglianza e basate sul protocollo di comunicazione IP in modo da rendere interoperabili sistemi realizzati da aziende diverse): di fatto, ciò ne agevola l’integrazione in sistemi già esistenti.

Infine, la telecamera include il supporto PoE (Power over Ethernet), rendendola ulteriormente più flessibile ai fini di un’agevole installazione in spazi ancora più ampi come quelli di università, aeroporti e ospedali.