//
           

 

Al CES 2020 di Las Vegas, in mostra l’installazione LG OLED Wave

Al CES 2020 di Las Vegas, in mostra l’installazione LG OLED Wave

Vota questo articolo
(0 Voti)

Presso il suo stand ubicato nel quartiere fieristico di CES 2000, a Las Vegas, LG Electronics mette in mostra l’installazione LG OLED Wave, un progetto particolarmente impattante e rivolto sia agli eventi internazionali che alle grandi superfici commerciali. 

L’enorme installazione è stata realizzata grazie a una serie di display OLED Open Frame flessibili diretti a evidenziare sia l’elevata qualità dell’immagine dei display LG OLED che la loro capacità di comporre forme infinite. LG OLED Wave è costituita da 200 schermi OLED Open Frame da 55 pollici (128 convessi e concavi e 72 piatti) e si estende per 6 metri in altezza e 25 metri in larghezza, offrendo ai visitatori la possibilità di un’esperienza alla scoperta delle meraviglie della natura grazie a immagini che raffigurano l’impetuosità degli oceani e lo spettacolo luminoso dell'Aurora Boreale dei cieli del Nord.

La tecnologia targata LG OLED offre immagini molto impattanti grazie sia a neri assoluti che a elevati contrasti da qualunque punto di osservazione. Tramite pixel auto-illuminati che si accendono e spengono singolarmente, le immagini risultano particolarmente realistiche.

LG OLED Wave

La tecnologia OLED non necessita di retro-illuminazione ed è proprio per questo motivo che la struttura dei pannelli è molto sottile fino a raggiungere livelli inediti sia di leggerezza che di possibilità di personalizzazione.

Nicola Micali, Business Solutions Product and Marketing Manager di LG Electronics, dichiara: “In questi anni, grazie alla qualità della nostra soluzione tecnologica, abbiamo offerto ai visitatori del CES di Las Vegas e di altri eventi internazionali spettacoli immersivi straordinari e senza pari. Le nostre installazioni sono, ormai, una tradizione in queste occasioni e suscitano sempre grande attesa da parte dei visitatori. I display OLED Open Frame ci consentono di comporre infinite forme e suggestioni, creando esperienze multimediali e appassionanti che trasformano lo spazio in un contenitore da animare con la creatività e l’immaginazione”.