Tecnologia Blockchain e vino: IBM ed eProvenance lanciano la piattaforma VinAssure

Tecnologia Blockchain e vino: IBM ed eProvenance lanciano la piattaforma VinAssure

Vota questo articolo
(0 Voti)

IBM ed eProvenance, player specializzato nel monitoraggio e nell’analisi della filiera distributiva del vino, hanno ufficializzato la disponibilità di VinAssure, la nuova piattaforma basata su tecnologia Blockchain targata IBM. 

VinAssure consente di tracciare tutta la filiera vinicola, dal vigneto alla tavola, in modo efficiente e, allo stesso tempo, sicuro. Le caratteristiche principali di VinAssure sono incentrate su trasparenza, responsabilità e condivisione rapida di dati. 

La nuova platform supporta i produttori di vino nel rispettare metodologie rigorose per evitare errori lungo la supply chain che possono insorgere causa di informazioni inesatte o di condizioni di trasporto improprie. VinAssure è stata appositamente concepita per attivare un nuovo ecosistema dell’industria vinicola e, quindi, per offrire ai consumatori maggiori informazioni sui prodotti in modo che i vini acquistati soddisfino le loro aspettative.

IBM ed eProvenance

Nel dettaglio, VinAssure gira su IBM Cloud ed è sviluppata su IBM Blockchain Transparent Supply, progettata per utilizzare tecnologie avanzate come Blockchain, Artificial Intelligence e Cloud per ottimizzare l’intera filiera con vantaggi per tutti gli operatori che ne fanno parte. VinAssure connette produttori di vino, venditori, importatori, trasportatori, distributori, ristoranti e rivenditori in modo da contribuire all’aumento della tracciabilità, dell’efficienza e della redditività, anche grazie alla condivisione efficiente e sicura dei dati.

Il primo brand ad aver aderito a VinAssure è stato De Maison Selections, importatore statunitense di vini, sidro e liquori di produttori indipendenti spagnoli e francesi. Grazie all’adozione di VinAssure, tutti gli attori della filiera, compresi i consumatori, saranno in grado di accedere a tutte le informazioni riferite ai prodotti che vengono validate e custodite tramite la tecnologia Blockchain. In particolare, è utilizzando identificatori esistenti, come un QR code presente sulla bottiglia, che sarà possibile conoscere, per esempio, la provenienza del vino, i diversi profili aromatici e i dati inerenti agli standard normativi per la certificazione biologica, biodinamica o di sostenibilità.

Raj Rao Direttore Generale di IBM Blockchain Platforms

Raj Rao, General Manager di IBM Blockchain Platforms, sottolinea: “La tecnologia Blockchain è la soluzione ideale per introdurre la trasparenza in una catena distributiva così articolata come quella dell’industria vinicola, che include numerosi attori e le cui esigenze variano in base alle diverse destinazioni”.

Poi, Rao precisa: “Poter disporre di una registrazione digitale non modificabile delle transazioni e delle condizioni di lavorazione semplifica il processo e rappresenta il futuro della movimentazione delle merci sensibili. Il consumatore ottiene, così, maggiori dettagli sul vino acquistato e può constatare se il profumo e il sentore riflettano l’intenzione e la cura con le quali è stato prodotto”.