Rinnovata la partnership tra Unicoop Tirreno e l’App Myfoody per ridurre lo spreco alimentare

Rinnovata la partnership tra Unicoop Tirreno e l’App Myfoody per ridurre lo spreco alimentare

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo aver salvato dallo spreco più mezzo milione di prodotti alimentari grazie alla collaborazione siglata nel 2017, Unicoop Tirreno e Myfoody hanno deciso di continuare la partnership estendendo il servizio ad altri 57 store ubicati in Toscana, per un totale di 88 supermercati coinvolti tra Toscana e Lazio. 

In virtù della rinnovata partnership con Myfoody, Unicoop Tirreno mira a raggiungere e a ingaggiare una sempre crescente community di consumatori consapevoli in merito ai temi dello spreco alimentare attraverso un programma di comunicazione multichannel (coinvolgente blog, sito web e social media di entrambi i partner).

Su tale versante, l’impegno dell’insegna retail si declina anche off line grazie alla creazione di appositi corner ubicati all’interno dei suoi store aderenti al progetto Myfoody, sono state allestite delle vere e proprie “Aree Antispreco” agevolmente riconoscibili, presso le quali è possibile trovare i prodotti in scadenza resi visibili ai clienti tramite l’App Myfoody e posti in offerta al 50%.

Unicoop Tirreno store

Appena avviato, il servizio ha già riscosso un notevole apprezzamento dai consumatori e gli store già attivi e ubicati a Livorno, Cecina e Piombino che risultano tra i 10 più frequentati dagli utenti di Myfoody in tutta Italia.

Oltre a ciò, la collaborazione tra Unicoop Tirreno e Myfoody non si limita al servizio presso i punti vendita, dal momento che si estende anche al mondo digital con attività rivolte alla sensibilizzazione in merito alle tematiche del recupero alimentare sviluppate sia sul sito web che sui canali social di Coop.

Christophe Guiniot Direttore Commerciale di Unicoop Tirreno

Christophe Guiniot, Direttore Commerciale di Unicoop Tirreno, commenta: “La collaborazione tra Unicoop Tirreno e Myfoody si colloca in un contesto ampio che vede la Cooperativa impegnata, da anni, nella riduzione degli spechi alimentari. Un obiettivo che coinvolge l’intero ciclo delle merci: dalla corretta gestione degli aspetti logistici, fino alla possibilità di donare alle Onlus locali le merci invendute, ma ancora edibili, grazie al progetto Buon Fine. Dare dignità al cibo comporta anche aspetti ambientali e sociali: per questo, Myfoody si integra perfettamente nel nostro percorso e ci aiuta a portare avanti i valori fondanti della cooperazione di consumo”.

Francesco Giberti CEO e Founder di Myfoody

Francesco Giberti, CEO e Founder di Myfoody, sottolinea: “Siamo molto felici di poter espandere la collaborazione con Unicoop Tirreno, una realtà dinamica e sensibile alla promozione di una filiera sostenibile e alla riduzione degli sprechi alimentari. Grazie alle nuove adesioni dei punti vendita Unicoop, possiamo offrire il nostro servizio anche ai consumatori della Toscana che sembra ci stiano ripagando con grande entusiasmo e interesse”.