//
           

 

Ripensare alla distribuzione: il retail e l’e-commerce

Ripensare alla distribuzione: il retail e l’e-commerce

Vota questo articolo
(0 Voti)

Gli effetti del virus COVID 19 che, da ormai quasi un mese, sta affliggendo l’Italia (e non solo), non si sono certo fatti attendere. Tra i settori subito più colpiti, l’ambito commerciale fa nascere in molti preoccupazioni per eventuali perdite e crisi, ma, in controtendenza, a svettare è, senza dubbio, il settore e-commerce. 

Il suo trend positivo, che nessuno dovrebbe ignorare, ha evidenziato un comportamento d’acquisto in mutamento. Se già la tendenza era in crescita negli ultimi anni, le ultime settimane hanno registrato un boom che potrebbe cambiare completamente i modi di acquisto.

L’ascesa del commercio on line in dati

Secondo i dati proposti da Nielsen, già durante le settimane di passaggio tra Febbraio e Marzo è stato registrato un +12,2% delle vendite on line rispetto all’anno precedente. In particolare, gli acquisti dei prodotti di largo consumo venduti on line sono aumentati dell’81% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ovviamente, sarà necessario aspettare che termini il momento di crisi, ma è un movimento coerente e in linea con la macro tendenza già registrata lo scorso anno, quindi da considerarsi come ufficiale.

Puntare all’e-commerce

Tanto le grandi aziende quanto le PMI e gli imprenditori italiani dovrebbero cogliere al volo questo momento per comprendere il cambiamento in termini sia di consumi che di modalità d’acquisto e muoversi di conseguenza per evitare di essere esclusi in futuro dal mercato! I comportamenti d’acquisto cambiano e, di conseguenza, bisogna adattarsi alle nuove modalità di vendita.

Perciò, bisogna in un primo momento accettate che ormai è davvero pericoloso basarsi unicamente su un unico store fisico. Aprire invece un suo “alter ego” on line potrebbe rivelarsi la via d’uscita per moltissimi commercianti. Ma attenzione a non improvvisare! Chi vuole fare bene il passaggio all’e-commerce e proporsi anche in questo canale di vendita non può improvvisare.

Retail ed E commerce

Strategia Omnichannel

Per rispondere al bisogno di molti di integrare e far parlare un negozio reale con un e-commerce, occorre pensare bene alla creazione del sito web aziendale e dello spazio digitale, ideandolo proprio nell’ottica di una continuità, tanto grafica quanto tecnica, con il negozio fisico. Un e-commerce per negozi deve, quindi, presentarsi come un sistema innovativo, capace di mantenere quell’ impostazione olistica che pone il cliente al centro dell’attenzione.

A differenza del concetto di Multicanalità, che si focalizza sull’offrire più canali di vendita possibili al consumatore, rischiando però di sottovalutare la dimensione qualitativa e di efficienza del modello di vendita, la Strategia Omnichannel premia l’importanza di una strategia che miri alla qualità e all’efficacia del modello di vendita, in cui emerge un’interconnessione tra gli strumenti di vendita, dal punto di vista sia del consumatore che del venditore.

In questo modo, l’azienda rende liquida l’esperienza di acquisto, attraverso proprio un’integrazione di tutti quei canali coinvolti nell’esperienza di shopping: dal punto vendita fisico, al sito web e-commerce, passando per il device utilizzato durante la navigazione, eventuali forme di comunicazione come la direct e-mail, i social network, etc.

La Strategia di Vendita Omnichannel è un concetto di business rivoluzionario, che stimola a un’esperienza di acquisto trasparente e pervasiva agli occhi del cliente. Il consumatore post-moderno è una figura più complessa del passato, perché tende a valutare l’esperienza vissuta in qualunque circostanza. Se si riesce a far integrare correttamente tra loro i diversi canali si riuscirà a migliorare davvero la ‘shopping experience’ del cliente, assicurandosi così un ROI migliore e più a lungo termine.

Per tutte le aziende che hanno colto questa opportunità, non resta quindi che prepararsi per investire nelle nuove tecnologie digitali già nell’ottica di una Strategia Omnichannel. Da dove partire? Sviluppate un sito web che sia coerente e che offra tutti le informazioni che il vostro target ideale potrebbe richiedere, implementatelo con la possibilità di svolgere attività di vendita on line, attivate canali comunicativi che vi permettano di andare direttamente dai vostri clienti e invitarli all’acquisto.

Infine, non dimenticatevi di rendere qualunque contenuto digitale mobile-friendly e design-responsive: ormai, i device mobile sono molto utilizzati, quindi, occorre offrire spazi che siano facilmente navigabili con ogni mezzo.

Sara Colnago  
CEO di Business Competence  
(www.businesscompetence.it)