Stocard svela i trend futuri della customer satisfaction

Stocard svela i trend futuri della customer satisfaction

News Mercoledì, 01 Dicembre 2021 16:40

Sostenibilità, innovazione e fidelizzazione sono le maggiori esigenze a cui i retailer saranno chiamati a rispondere per rimanere competitivi in un mercato in continua evoluzione. A sostenerlo è l’indagine di StocardL’Insegna che Vorrei”.


Realizzata con l’obiettivo di delineare quali sono, per i consumatori italiani, gli aspetti più rilevanti per scegliere in quale insegna retail acquistare prodotti in futuro, la survey è stata attivata lo scorso ottobre all’interno di Stocard e rivolta a tutti gli utilizzatori dell’app, coinvolgendo circa 7mila consumatori e analizzando 5 categorie fondamentali per l’esperienza di acquisto del consumatore: negozio fisico, e-commerce, personale, sostenibilità e fidelizzazione.  



L’analisi è andata difatti a tracciare un file rouge che lega le esigenze dei consumatori  proprio attraverso queste 5 aree: dall’attenzione nei confronti dell’impatto ambientale alla svolta tecnologica, indispensabile per andare incontro alle nuove aspettative dei clienti. In questo scenario l’utilizzo di programmi fedeltà può portare un importante contributo nei confronti della riduzione degli sprechi.
L’iniziativa, che rientra tra le soluzioni Stocard for business, ha soprattutto evidenziato come prioritarie per i consumatori 3 aree dell’esperienza Retail: sostenibilità, e-commerce e programmi fedeltà. Da quanto emerso, difatti, il consumatore sembra consapevole di quando si parla di impatto ambientale dei consumi e per il proprio futuro vuole un’insegna più sostenibile, che si prenda cura del verde urbano e che lo aiuti, attraverso il negozio, il personale e il sito, ad avere più informazione sulla provenienza e la sicurezza dei prodotti.
La tecnologia viene invece percepita come un vero e proprio abilitatore della transizione sostenibile e, in uno scenario in cui il consumatore ha come priorità la sostenibilità, assume la corretta connotazione di strumento funzionale a raggiungere questo obiettivo.
Il consumatore, infine, chiede per lo più soluzioni per assumere comportamenti più green e, a tal  proposito, desidera in particolar modo che la propria insegna gli aiuti ad adottare comportamenti più sostenibili per ridurre sprechi e riciclare.



“Abbiamo deciso di dare il nostro contributo a Miglior Insegna 2022 con la survey “L’insegna che vorrei” per aiutare il Retail a costruire un’esperienza d’acquisto che tenga conto di quelle che sono le aspettative primarie del consumatore moderno. Le 5 aree d’analisi selezionate – negozio, personale, e-commerce, loyalty e sostenibilità – sono fondamentali per consentire ai Retailer di perfezionare il proprio posizionamento”, dichiara Valeria Santoro, Country Manager di Stocard per l’Italia, proseguendo: “Oggi più che mai l’analisi dei dati consente al Retail fisico di avere a disposizione strumenti competitivi, utili a migliorare l’esperienza d’acquisto dei consumatori, sempre più attenti alla sostenibilità, e quindi alla reputation. L’innovazione ha un ruolo fondamentale in questa evoluzione del mondo retail perché consente di offrire ai consumatori maggiori esperienze di acquisto di valore, dai pagamenti digitali alla delivery. I consumatori richiedono maggior tracciabilità e trasparenza rispetto ai prodotti che acquistano, oltre a servizi e offerte su misura che alimentano la fedeltà e il rapporto stretto con l’insegna, aspetti che il mondo retail non può ignorare”.