Spesa on line: Everli prosegue nel suo percorso di sviluppo

Spesa on line: Everli prosegue nel suo percorso di sviluppo

News Lunedì, 07 Giugno 2021 12:49

Negli ultimi 12 mesi Everli, il marketplace europeo della spesa on line, ha registrato un significativo trend di sviluppo, sia in termini di fatturato sia di crescita del proprio organico.  

A conferma di un percorso di costante sviluppo partito con l’espansione internazionale in Polonia, nel 2019, a cui, quest’anno, si sono aggiunte Francia e Repubblica Ceca, grazie anche all’ultimo round di finanziamento Serie C da 100 milioni di dollari completato lo scorso Marzo, di fatto, Everli ha consolidato la propria presenza sia nel mercato italiano che in quello europeo, affermandosi come la piattaforma di riferimento per il comparto e-grocery

Nel corso dell’ultimo anno, Everli ha riportato un’importante crescita del proprio organico, raggiungendo i 166 dipendenti in Italia (71% del totale in Europa), con 83 nuove risorse assunte nel 2020 e una previsione di crescita dell’organico pari al +34% entro fine 2021.  

Everli è una realtà estremamente giovane: difatti, l’età media dei dipendenti italiani è di 32 anni e, di questi, il 40% sono donne (+69% rispetto al 2019), in linea con la composizione dello staff in Europa, dove la quota rosa rappresenta il 41% e l’età media è la stessa. 

Nello stesso periodo e in modo da fronteggiare a livello organizzativo lemergenza Covid, lazienda ha anche provveduto a predisporre un'apposita strategia organizzativa incentrata anche sul remote working

Federico Sargenti CEO di Everli

Federico Sargenti, CEO di Everli, dichiara: “In un anno complesso sotto molteplici punti di vista, attraverso il nostro servizio, siamo riusciti davvero a fare la differenza, raggiungendo risultati importanti in un momento delicato e senza precedenti”. 

Poi, Sargenti sottolinea: “La nostra mission è quella di eliminare le complessità e garantire un’esperienza sicura e serena per tutte le persone coinvolte dal nostro servizio e vogliamo continuare a fare del nostro meglio per i nostri dipendenti e collaboratori, tutelando le loro necessità e le loro aspirazioni. Per questo crediamo fermamente in una cultura aziendale inclusiva, attenta alle diversità e incentrata sulla valorizzazione dei talenti e delle competenze personali, così come sulla flessibilità organizzativa e sull’equilibrio tra lavoro e vita privata”.