Ceetrus-Nhood ancora in prima linea per affrontare l’emergenza pandemica

Ceetrus-Nhood ancora in prima linea per affrontare l’emergenza pandemica

News Venerdì, 23 Aprile 2021 01:06

Ha preso il via la prima campagna vaccinale presso il centro commerciale Porte dello Jonio di Taranto.  

L’importante progetto è il risultato di un nuovo contributo di Ceetrus-Nhood per combattere l’attuale emergenza pandemica: presso l’area del parcheggio dello shopping center pugliese, nel week-end 17-18 aprile, è stato possibile vaccinarsi contro il Covid-19 grazie alla creazione dell’hub vaccinale con la nuova modalità “Drive Through”, una formula efficace dal momento che garantisce tempi particolarmente veloci. 

Nel dettaglio, si tratta di numeri importanti che hanno contribuito allo sforzo dell’intera regione con 823 vaccinati nella giornata di Sabato 17 Aprile e con 1.305 in quella di Domenica 18 Aprile. Di fatto, è una conferma ulteriore della mission aziendale di Ceetrus-Nhood al servizio del cittadino, in linea con il pay-off “New Living Mood”, ovvero “nuovi spazi vitali al servizio del cittadino”. 

Presso l’hub vaccinale, l’afflusso dell’utenza è risultato fluido attraverso l’utilizzo di personale dedicato, cartellonistica, segnaletica mirata e organizzazione di accesso differenziato rispetto all’ingresso degli utenti che si recano al centro commerciale per lo shopping.

Il servizio è stato dedicato, esattamente come previsto dal Piano Vaccinale Nazionale, alle persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni residenti a Taranto e provincia che hanno voluto aderire alla campagna vaccinale. Una volta effettuato il vaccino, per la cui effettuazione non era necessaria la prenotazione, gli utenti hanno sostato, per circa 15 minuti circa, nell’area parcheggio appositamente dedicata all’attesa in caso di eventuali effetti collaterali.

Marco Balducci Amministratore Delegato di Ceetrus Nhood

Marco Balducci, Amministratore Delegato di Ceetrus-Nhood, dichiara: “Il nuovo posizionamento aziendale ci vede sempre più impegnati verso il cittadino con un’offerta di servizi per il suo benessere che, in questo specifico caso, è sanitario. L’apertura di questo hub vaccinale è un altro contributo concreto per combattere la grave pandemia attuale, così come già avvenuto per la ristrutturazione del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Sacco di Milano e i servizi di tamponi antigenici rapidi in alcuni dei nostri centri commerciali”.