Analisi SAP Concur: la digitalizzazione fa risparmiare e investire le imprese italiane

Analisi SAP Concur: la digitalizzazione fa risparmiare e investire le imprese italiane

News Domenica, 10 Gennaio 2021 20:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dalla recente ricerca “Indagine sulla digitalizzazione e sui risparmi reinvestiti nelle imprese” di SAP Concur e realizzata in collaborazione con CGIA di Mestre, emerge che, per circa il 56% delle imprese italiane, il ricorso alla digitalizzazione ha comportato o comporterà significativi vantaggi economici. 

Nel dettaglio, lo studio evidenzia che il 30% delle imprese, grazie alle soluzioni digitali adottate, ha potuto usufruire di un risparmio immediato e che nell’83% dei casi i risparmi sono stati reinvestiti direttamente in azienda, prevalentemente, indirizzandoli verso Ricerca e Sviluppo e formazione del personale

A primeggiare tra i vantaggi immediati sono i piccoli importi, ma il 2% delle imprese interpellate ha dichiarato risparmi per oltre mezzo miliardo di euro. In particolare, per quanto attiene alle imprese che hanno registrato un risparmio grazie alla digitalizzazione, in oltre la metà dei casi (57,2%) si è verificato un risparmio inferiore a 10mila euro, mentre nel 37,7% tale vantaggio si è attestato tra i 10mila e i 50mila euro.

Considerando le aree di reinvestimento delle risorse economiche risparmiate, prevalgono ampiamente i nuovi investimenti in impianti, macchinari e software (40,3%), seguono Ricerca e Sviluppo (18,4%), formazione dei dipendenti (17,5%), nuove assunzioni (9,2%), welfare aziendale (6,5%), scelte in tema di sostenibilità (5,9%) e trasformazione di contratti a termine in contratti a tempo indeterminato (2,1%).

Alessia Poletti Senior Field Marketing Manager per Italia Malta e Grecia di SAP Concur

Alessia Poletti, Senior Field Marketing Manager per Italia, Malta e Grecia di SAP Concur, sottolinea: “Avere oltre l’80% dei casi in cui i risparmi vengono reinvestiti in azienda dipinge un quadro lontano dai cliché, dove gli imprenditori non sono soltanto interessati al profitto di breve termine, ma investono nel loro asset più importante, i dipendenti, attraverso formazione, assistenza sanitaria e buoni spesa. È un dato importante che fa ben sperare per il futuro del nostro Paese”.