Lanciata da Manhattan Associates una solution per l’omnichannel degli store di abbigliamento e calzature

Lanciata da Manhattan Associates una solution per l’omnichannel degli store di abbigliamento e calzature

News Giovedì, 22 Ottobre 2020 14:41 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(2 Voti)

Manhattan Associates, player specializzato in solutions per la gestione della supply chain e del commercio omnichannel, ha lanciato Manhattan Active Allocation. 

Nel dettaglio, si tratta della prima soluzione a supporto dell’allocazione delle scorte appositamente progettata per i marketplace omnichannel, con un innovativo approccio rivolto alla gestione delle scorte a breve termine. Manhattan Active Allocation si caratterizza per un approccio più agile e moderno all’allocazione delle scorte di prodotti a breve ciclo per l’abbigliamento, le calzature e altri retailer del fast fashion.

La nuova solution targata Manhattan Associates offre agli addetti preposti all’allocazione una migliore comprensione della domanda reale assicurando una visione diretta delle strategie di omni-evasione attuali, quali il BOPIS e il ritiro sul marciapiede.

Manhattan Active Allocation è anche in grado di plasmare le decisioni di allocazione sulla base delle diverse elaborazioni degli ordine offerte per ogni prodotto sia a livello di negozio che a livello di centro di distribuzione.

Scott Fenwick Senior Director of Product Strategy di Manhattan Associates

Scott Fenwick, Senior Director of Product Strategy di Manhattan Associates, ha dichiarato: “Manhattan ha rivisitato l’intero processo di assegnazione con l’idea che i rivenditori di oggi devono coordinare meglio le decisioni di distribuzione delle scorte con il modo in cui il brand intende rapportarsi ai propri clienti”.

Poi, Fenwick ha sottolineato: “Per la prima volta, gli addetti all'allocazione avranno la possibilità di prendere decisioni di allocazione sia prima della stagione, prima che lo stock arrivi nei negozi, che in real time durante la stagione di vendita, facendo leva sui dati di evasione omnicanale. Questo darà loro la possibilità di allineare i piani di gestione scorte a breve termine con le strategie di elaborazione omnicanale, con la conseguente riduzione di mancati acquisti e dei ribassi di fine stagione”.