A Brescia, inaugurato il nuovo Innovation Center di Antares Vision

A Brescia, inaugurato il nuovo Innovation Center di Antares Vision

Anno 2020 Lunedì, 19 Ottobre 2020 12:06 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(0 Voti)

Antares Vision, player operante a livello globale nei settori dei sistemi di ispezione visiva, delle solutions di tracciatura e della gestione intelligente dei dati, ha inaugurato il nuovo Innovation Center presso il CSMT (Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico) di Brescia. 

Con tale iniziativa, Antares Vision intende rafforzare la propria leadership nella promozione dell’innovazione come driver indispensabile per l’attivazione di una strategia aziendale, allo stesso tempo, sostenibile e competitiva.

Costituito nel 2011 e situato tra le Facoltà di Ingegneria e di Medicina dell’Università degli Studi di Brescia, il CSMT, struttura rivolta alla creazione di reti e di alleanze, è anche una sede di promozione e ricerca, di formazione tecnica e svolge un ruolo attivo di trasferimento tecnologico e di incubatore di start-up.

In particolare, le attività di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie in differenti ambiti saranno il focus dell’Innovation Center di Antares Vision, il cui staff lavorerà a idee e a progetti di innovazione attivando networking e sinergie ad hoc tra università, associazioni, istituti di ricerca e aziende con il duplice obiettivo di favorire sia lo sviluppo che il miglioramento permanente.

All’interno della nuova struttura, sono già pienamente operativi 4 ricercatori, che si uniscono ad Alberto Albertini (Responsabile) e a Francesco Bazzarola (Direttore Tecnico). Oltre a ciò, sono in corso le selezioni di alcuni profili e, entro breve, si uniranno allo staff altri dottorandi e ricercatori, anche in stretta collaborazione con il CNR.

Emidio Zorzella Presidente e Amministratore Delegato di Antares Vision

Emidio Zorzella, Presidente e Amministratore Delegato di Antares Vision, dichiara: “I nostri percorsi di ricerca sono diversi, ma tutti orientati all’innovazione. Questo perché le sfide dei mercati ci chiedono competenze sempre più specifiche. Lavoriamo per raggiungere un mix di conoscenze con un approccio multidisciplinare, tenendo sempre presente che qualsiasi sviluppo dovrà diventare un prodotto, sia hardware che software, facile da usare, conveniente e, soprattutto, utile all’utente finale”.

Letto 521 volte