Cloud Computing: Nutanix scelta da Custom per rinnovare il data center

Cloud Computing: Nutanix scelta da Custom per rinnovare il data center

News Venerdì, 17 Luglio 2020 20:06 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nutanix, player operante nel comparto dell’enterprise Cloud Computing, è stata scelta da Custom, società tecnologica specializzata in solutions per i settori retail, enterprise e in diversi mercati verticali, per rinnovare il proprio data center e creare un sito di Disaster Recovery. 

Le attività di Custom sono andate crescendo nel tempo fino al punto che il data center esistente non era più in grado di assicurare prestazioni adeguate e di supportare le mutevoli esigenze. Inoltre, si rendeva necessario, per Custom, di disporre di un apposito sito di Disaster Recovery. L’obiettivo del team IT consisteva in un sistema scalabile che consentisse una significativa riduzione dei tempi di manutenzione, il miglioramento delle performance e una semplificazione delle attività di governance.

Il punto di partenza era un sito on-premise strutturato in modo “tradizionale”, con circa un centinaio di macchine virtuali e che includeva un armadio rack dedicato alla struttura SAP basata su macchine IBM con sistema operativo AIX. Dopo una dettagliata analisi delle possibili soluzioni, dal refresh del data center con tecnologie tradizionali basate sul classico modello 3-tier a quella di passare a un private cloud, Custom ha scelto la soluzione Nutanix con licenza Ultimate.

Conclusa la migrazione su Nutanix, si è passati alla configurazione dell’infrastruttura di Disaster Recovery, composta da 3 nodi. Il cluster è stato configurato in campus, on-premise e, in seguito, portato fisicamente nel sito di co-location di Aruba per i test, il tutto in meno di una giornata. I risultati sono arrivati subito con un miglioramento immediato delle prestazioni, ma il punto di svolta lo si ha avuto con SAP, un’applicazione particolarmente critica e che ha visto un cambio di piattaforma con il passaggio da AIX a SUSE.

Le elaborazioni che, prima, richiedevano 5 minuti si sono ridotte a una quarantina di secondi, con un’elevata soddisfazione degli utenti. In più, sono diminuiti i tempi di gestione di tutta l’infrastruttura grazie a Nutanix Prism, che consente la gestione di entrambi i data center con un’unica dashboard e senza la necessità di alcun tipo di intervento manuale.

Luciano Borsato IT Manager di Custom

Luciano Borsato, IT Manager di Custom, ha così commentato la riuscita del progetto: “Avere un unico interlocutore che ti aiuta a risolvere qualsiasi problema è importante. Nutanix è eccellente, sia per l’assistenza hardware che per quella software. Se, prima, avevamo un problema, bisognava chiamare tre o quattro vendor, mentre, ora, ne abbiamo solo uno e molto professionale, con tempi di risposta brevissimi. Nella governance globale, per noi, questo è fondamentale”.