Checkpoint Systems lancia SmartOccupancy per controllare e contenere gli afflussi negli store

Checkpoint Systems lancia SmartOccupancy per controllare e contenere gli afflussi negli store

Anno 2020 Giovedì, 09 Aprile 2020 11:34 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(0 Voti)

Checkpoint Systems ha ufficializzato il lancio di SmartOccupancy, il nuovo sistema rivolto al controllo e al contenimento in real time all’interno degli store. 

La solution trae origine dall’esigenza di rispettare, da parte dei retailer, le norme emanate dal Governo sia per controllare la diffusione del Coronavirus che per tutelare la salute del personale e dei clienti: tali norme, come noto, richiedono agli operatori della distribuzione commerciale l’introduzione di misure di distanziamento sociale e di nuove regole per il contenimento delle presenze.

SmartOccupancy consente ai retailer di visualizzare in real time il numero di clienti presenti all’interno dello store, dal momento che il sistema stesso conta dettagliatamente sia le persone in entrata che quelle in uscita. Oltre a ciò, SmartOccupancy invia un alert al personale quando il punto vendita si avvicina al raggiungimento della capacità massima imposta.

In particolare, sia i manager che gli addetti alla sicurezza degli store possono impostare e modificare i livelli di soglia e, quindi, intervenire predisponendo a sistema diverse zone con ingressi/uscite distinte e aree cosiddette “di concessione”, quali i servizi igienici: grazie a tale funzionalità, la solution offre sempre una panoramica chiara delle diverse soglie, compresa la capacità generale massima dello store. Staff e manager possono accedere alle informazioni on line tramite un tablet (direttamente dall’interno del punto vendita) e intervenire all’istante sul numero delle presenze.

SmartOccupancy utilizza il più avanzato dispositivo contapersone della range Checkpoint Systems, Visiplus 3D, che si collega direttamente al software sul portale cloud-based HALO: ciò permette ai retailer di avere accesso in real time ai report sui livelli di presenze nelle varie zone dello store e di monitorare la conformità, non soltanto mantenendo o modificando la soglia stabilita, ma anche limitando e organizzando razionalmente le code in ingresso.

Alberto Corradini Business Unit Director Italy di Checkpoint Systems

Alberto Corradini, Business Unit Director Italy di Checkpoint Systems, ha così commentato: “Il settore retail sta attualmente affrontando, a livello globale, una serie di sfide che non si potevano prevedere. Vogliamo supportare il più possibile il settore in questo periodo critico senza precedenti ed è per questo che stiamo sviluppando soluzioni che aiutino a fornire un’esperienza d'acquisto e un ambiente di lavoro più sicuri”.

Letto 840 volte