La FinTech PayTipper in campo contro il Coronavirus

La FinTech PayTipper in campo contro il Coronavirus

Vota questo articolo
(0 Voti)

PayTipper, FinTech e Istituto di Pagamento autorizzato dalla Banca d’Italia, ha deciso di contribuire a fronteggiare l’emergenza Coronavirus tramite una serie di iniziative dirette a sostenere, oltre agli ospedali e agli enti maggiormente coinvolti, anche i propri esercenti, collaboratori e clienti finali. 

Come ampiamente noto, l’esigenza più impellente consiste nell’evitare il collasso del sistema sanitario già duramente impegnato ad assicurare un ricovero sicuro alle persone che contraggono il Covid-19 e che, quindi, necessitano di un posto in terapia intensiva.

La situazione che presenta il maggior livello di criticità si registra in Lombardia ed è proprio in merito a ciò che PayTipper ha annunciato l’intenzione di effettuare una donazione per contribuire al progetto di ospedale da campo che la Regione Lombardia intende realizzare, presso gli spazi della zona Portello (Vecchia Fiera Milano), con l’acquisto di attrezzature utili per affrontare l’attuale situazione di necessità.

FinTech PayTipper

Inoltre e fino al 3 Aprile, la totalità dei pagamenti effettuati utilizzando il sito PagaComodo.it e l’App PagaComodo (entrambi permettono il pagamento di bollettini, bollo auto, MAV, RAV, Freccia e PagoPA) saranno gratuiti semplicemente utilizzando il codice promozionale AIUTIAMOCI-19.

In più, proprio sul sito PagaComodo.it, sarà disponibile una pagina ad hoc per consentire ai cittadini di effettuare donazioni a vantaggio di una selezione di enti individuati da PayTipper.

Nella difficile fase contingente, PayTipper sta strettamente applicando le direttive sullo Smart Working emanate dal Governo al fine di incentivare il lavoro da remoto e se ne sta facendo portavoce anche presso i propri interlocutori aziendali e istituzionali.

Sul versante della sua organizzazione aziendale, la FinTech sta sostenendo economicamente i propri collaboratori con partita IVA, a partire dagli agenti OAM e ha già annunciato che verranno predisposte ulteriori iniziative per sostenere gli esercenti convenzionati.

Letto 722 volte