Analisi Microsoft: ecco cosa gli italiani hanno cercato on line durante e dopo il lockdown

Analisi Microsoft: ecco cosa gli italiani hanno cercato on line durante e dopo il lockdown

Pubblicato in News 29 Giugno 2020 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’emergenza sanitaria relativa al Coronavirus è andata a impattare significativamente sulla vita quotidiana di milioni di persone che, durante il lockdown, hanno dovuto adeguarsi a nuove abitudini, di fatto, indirizzando le proprie attività verso il canale on line. 

Al fine di individuare in che modo siano cambiate le attività quotidiane dei consumatori, Microsoft Advertising ha monitorato i trend di ricerca su Bing, basandosi su una quota di mercato pari all’11,5% e su circa 11 miliardi di ricerche mensili effettuate on line a livello globale, di cui ben 250 milioni in Italia. Durante le prime 6 settimane di lockdown, l’analisi ha evidenziato che il volume totale delle ricerche svolte dagli utenti italiani è aumentato in misura pari al +67%, riportando una crescita particolare in alcuni settori che rispondono alle esigenze del vivere e del lavorare da casa.

ricerche on line

Nel dettaglio, le ricerche on line di prodotti del comparto Consumer Electronics, quali TV, computer, tablet e smartphone, sono cresciute del +123% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso. Oltre a ciò, emerge una crescita marcata per i siti legati ai settori Editoria e News (+60%), Food e Spesa On Line (+58%), oltre che alla Formazione On Line (+51%). Per quanto attiene al mondo dell’Elettronica di Consumo, i prodotti e i servizi a supporto dello Smart Working evidenziano rapidissimi tassi di crescita, in linea con l’esigenza sempre più diffusa di dotarsi delle tecnologie necessarie per lavorare da casa.

Per esempio, il traffico per servizi di connessione casalinga a internet (ADSL e Fibra) è aumentato del +25% rispetto alle 6 settimane precedenti al lockdown, le ricerche di SIM dati e di chiavette Internet sono cresciute del +117%, le query riferiti agli smartphone del +46% e, infine, le ricerche di laptop e computer del +400%.

Francesca Romagnoli Senior Account Director di Microsoft Advertising

Francesca Romagnoli, Senior Account Director di Microsoft Advertising, commenta: “In Italia, gli ultimi mesi sono stati particolarmente complessi, ma abbiamo saputo adattarci informandoci on line, comprando i prodotti necessari per studiare e lavorare da casa, approfittando del tempo libero per imparare qualcosa e rendere lo spazio in cui viviamo più accogliente”.

Poi, Romagnoli sottolinea: “Tuttavia, secondo un sondaggio condotto a Maggio tramite Bing Polls, gli italiani non vedono l’ora di tornare alla normalità anche per quanto riguarda le proprie abitudini di shopping e per il tempo libero: il 50% vuole ricominciare a vedere amici e parenti, il 34% intende tornare ad acquistare prodotti di abbigliamento e accessori e il 27% è intenzionato a pianificare e a prenotare una vacanza. Ma la pandemia ha anche portato la voglia di cambiare qualcosa nelle nostre vite: infatti, il 26% degli italiani ha dichiarato di voler vivere in maniera più sostenibile, il 20% vorrebbe trovare un nuovo lavoro e il 15% cambiare casa”.

Articoli correlati (da tag)