//
           

 

NRF 2020: presentato da Neosperience il Customer Empathy Maturity Model

NRF 2020: presentato da Neosperience il Customer Empathy Maturity Model In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

In occasione dell’evento NFR 2020, a New York, Neosperience, player operante come software vendor nel settore della Digital Customer Experience, ha presentato il Customer Empathy Maturity Model, il modello proprietario di analisi diretto a misurare il livello di Customer Empathy delle organizzazioni nei principali comparti industriali. 

Nel dettaglio, il Customer Empathy Maturity Model si basa sulle ricerche realizzate da Neosperience sul versante della psicologia cognitiva, comportamentale e sociale, dirette ad analizzare i dati relativi alle interazioni dei clienti grazie all’Artificial Intelligence e al Machine Learning.

Appositamente strutturato per supportare le imprese che intendono utilizzare la tecnologia con un approccio di tipo “human-centric”, il modello è abilitato dalla piattaforma Neosperience Cloud, validata da molteplici organizzazioni a livello globale e che ha ottenuto, in particolare, il prestigioso riconoscimento da parte di Gartner, società leader nella ricerca e nella consulenza strategica che ha scelto Neosperience in qualità di unica realtà italiana tra i 6 software vendor più innovativi al mondo. Lo strumento sul quale si basa il Customer Empathy Maturity Model è stato sviluppato con NeosVoc, la solution rivolta alla Voice Of Customer.

Carlo Malaguzzi Neosperience

Carlo Malaguzzi, Chief Operating Officer del Gruppo Neosperience negli USA, ha così commentato: “L’iniziativa è stata accolta al NRF 2020 con grande interesse. Diverse aziende hanno già individuato in questo percorso di auto-valutazione un’opportunità per accelerare la loro strategia di customer-centricity”.

Dario Melpignano Neosperience

A sua volta, Dario Melpignano, CEO di Neosperience, ha sottolineato: “Per le aziende di ogni settore, quella di relazionarsi in modo empatico con i clienti è una capacità fondamentale. Il management delle organizzazioni deve acquisirne una profonda consapevolezza, per promuoverla e svilupparla. Il risultato che abbiamo osservato, soprattutto nei settori della moda, del lusso, del retail e dei servizi finanziari, è un incremento a doppia cifra delle dinamiche di cross selling e up-selling, oltre a una maggiore fidelizzazione dei clienti. In pratica, ricavi e margini più elevati e un migliore lifetime value”.