Con la tecnologia Blockchain di IBM, Coop garantisce la tracciabilità delle uova

Con la tecnologia Blockchain di IBM, Coop garantisce la tracciabilità delle uova In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Coop Italia e IBM hanno annunciato i primi risultati di un importante percorso iniziato un anno fa, quando i due player hanno lanciato una “Call for Ideas” rivolta all’applicazione della tecnologia Blockchain alla filiera alimentare e, in modo particolare, alla produzione delle uova a marchio Coop.

Tra le 28 idee presentate, quella che ha maggiormente delineato il potenziale insito nella Blockchain è stata quella proposta dalla start-up francese Connecting Food. Nel dettaglio, si tratta della prima applicazione di una tracciabilità totale delle uova fresche biologiche della linea Coop Vivi Verde (confezione da 6 uova), approdata sugli scaffali dell’insegna, in Italia, lo scorso mese di Maggio.

La solution, denominata CoopChain, sviluppata e basata su Hyperledger Fabric, framework della Linux Foundation, è ospitata su Cloud IBM e consente la completa trasparenza e visibilità dei vari attori coinvolti nella filiera attinente alla produzione delle uova a marchio Coop, coinvolgendo, in totale, 2 milioni di galline per più di 200 milioni di uova prodotte all’anno.

Il consumatore, scansionando il QR Code stampato sulla nuova confezione e digitando il codice specifico del lotto, può scoprire la storia del prodotto e, quindi, risalire dal punto vendita fino all’allevamento, non soltanto identificando il territorio da cui proviene l’uovo, ma anche l’incubatore dal quale è nata la gallina. Grazie a tale solution, i consumatori possono verificare che le uova sono state prodotte nel pieno rispetto dei requisiti di benessere animale, mai chiusi in gabbia e senza l’uso di antibiotici. In particolare, tali aspetti sono certificati da due organismi terzi indipendenti che attestano il rispetto sia di tutte le norme di legge che dei requisiti aggiuntivi previsti da Coop Italia.

Stefania Asti, Consumer Industry Leader di IBM Italia, sottolinea: “La natura stessa della Blockchain e la fiducia intrinseca che offre è una piattaforma ideale da cui costruire una rete per la trasparenza alimentare. Costruita su standard aperti, è anche una piattaforma per l’innovazione e la collaborazione che riunisce diversi professionisti con l’obiettivo comune di costruire la fiducia dei consumatori”.

Inoltre, Asti aggiunge: “La catena delle uova sviluppata con Coop Italia è un grande esempio di come la tecnologia Blockchain possa informare meglio i consumatori sul cibo che scelgono, acquistano e mangiano e dimostrare trasparenza nel percorso di tutta la filiera”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience