Le soluzioni di Adyen per iniziare a vendere da remoto

Le soluzioni di Adyen per iniziare a vendere da remoto

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nello scenario internazionale attuale, a causa dell’emergenza Coronavirus, aziende di ogni tipo e dimensione hanno dovuto ripensare velocemente il proprio modello di business, puntando sull’e-commerce per restare attive sul mercato. 

Per supportare le aziende ad adattarsi a questi imprevisti cambiamenti, Adyen, la piattaforma di pagamento scelta da molte importanti aziende a livello mondiale come Spotify, McDonald’s e L’Oreal, ha scelto di condividere alcune delle best practices e solutions messe in atto dai suoi clienti per rispondere da remoto alle richieste dei consumatori, senza rinunciare alla sicurezza di pagamenti e personale.

PAY BY LINK

1. Come aprire velocemente una pagina di pagamento

Impostando una hosted check-out page, è possibile trasformare in breve tempo il sito internet di un’azienda in un negozio online, velocizzando così al massimo l’accettazione dei pagamenti senza dover aprire un vero e proprio sito e-commerce. La pagina rispecchierà l'identità del brand offrendo tutte le funzionalità necessarie, inclusi strumenti integrati per i controlli di rischio e l'autenticazione sicura. Oltre a ciò, si può scegliere di mostrare i metodi di pagamento selezionati in base alla provenienza della clientela.

2. Come vendere direttamente tramite e-mail o chat

In mancanza del contatto diretto con la clientela, si possono vendere prodotti anche tramite email o chat. Per farlo in tutta sicurezza, basta sfruttare il Pay by Link, un link di pagamento da inserire nel testo delle e-mail o della chatbot. Una soluzione che si adatta particolarmente ai luxury brand che vogliono offrire servizi su misura ai propri clienti più fedeli, per vendere articoli in edizione limitata tramite una pagina di pagamento privata.

3. Come mantenere i call center attivi senza rinunciare alla sicurezza

Nella situazione attuale, molte attività hanno dovuto chiudere i propri call center per garantire la sicurezza dei dipendenti, dovendo affrontare uno scenario del tutto inaspettata. Per poter continuare a raccogliere i dati di pagamento nel rispetto della conformità anche da remoto, diventa quindi necessario adottare misure specifiche per evitare che i truffatori approfittino della vulnerabilità delle transazioni non controllate. In questo caso, inviando al cliente un link di pagamento, l'operazione diventa una transazione di e-commerce ed è quindi protetta dagli strumenti configurati per la prevenzione dei rischi online, inclusa l'autenticazione sicura dei clienti.

4. Come Semplificare i pagamenti B2B

I link di pagamento possono essere utilizzati anche per garantire la regolarità dei flussi di denaro tra le aziende clienti e i fornitori. L’Occitane, per esempio, li usa per le fatture ai grossisti: quando un hotel acquista i prodotti del marchio e desidera pagare tramite carta di credito aziendale, L’Occitane invia un link di pagamento. Una soluzione adottata anche da Christian Louboutin, che fornisce ai propri calzolai dei link di pagamento inviati direttamente al cliente una volta ultimata la riparazione delle scarpe.

Philippe De Passorio Country Manager di Adyen Italia

Philippe De Passorio, Country Manager di Adyen Italia, sottolinea: “In questo momento senza precedenti, il nostro obiettivo è aiutare le aziende ad adattarsi e reagire con la massima rapidità alle nuove esigenze. Per poter strutturare la loro presenza on line, le aziende devono ampliare i propri canali di vendita affidandosi, dove necessario, a piattaforme di supporto. Per semplificare la creazione di link di pagamento sicuri da parte delle aziende, Adyen ha sviluppato la soluzione Pay by Link, un sistema semplicissimo che può essere implementato mantenendo sviluppo e integrazioni al minimo e che ben si adatta alla contingenza attuale”.