PayTipper continua con “Aiutiamoci”, l’iniziativa contro il Coronavirus

PayTipper continua con “Aiutiamoci”, l’iniziativa contro il Coronavirus

Pubblicato in Imprese 10 Maggio 2020

Collaborando con un partner industriale, la FinTech PayTipper Gruppo Enel X prosegue con l’iniziativa “Aiutiamoci” diretta a contribuire alla lotta contro il Coronavirus.  

Nello specifico, si tratta di diverse azioni attivate da PayTipper Gruppo Enel X che, oltre a una donazione diretta e ad apposite misure rivolte ad agevolare le donazioni da parte dei cittadini a favore di ospedali, enti e associazioni in prima linea nella lotta contro il Coronavirus, sono anche destinate a contenere l’impatto economico sui clienti finali, sugli esercenti convenzionati con la stessa PayTipper e nei confronti dei collaboratori della società.

Per far arrivare tutti gli aiuti correttamente a destinazione, grazie all’iniziativa “Aiutiamoci”, è tramite sia il sito PagaComodo.it e sia l’App PagaComodo che i cittadini possono effettuare il pagamento di bollettini, avvisi PagoPA, MAV/RAV e tassa auto senza dover sostenere al costo di commissione. Oltre a ciò, PagaComodo.it consente di donare a un selezionato numero di ospedali, enti e associazioni che combattono la diffusione del contagio da Covid-19. Inizialmente prevista fino al 3 Aprile, l’importante iniziativa è stata prolungata fino al 31 Maggio con il contributo di Worldline/SIX Payment Services.

Angelo Grampa PayTipper

Angelo Grampa, Amministratore Delegato di PayTipper Gruppo Enel X, ha sottolineato: “In questo momento così difficile per l’Italia e, in generale, per tutto il mondo, anche noi. nel nostro settore, vogliamo fare la nostra parte. Avere al fianco un partner come Six Payment che ci assiste, non solo quotidianamente nell’ordinario, ma anche in condizioni particolari e delicate come questa, è davvero essenziale”.

Worldline SIX Payment Services

In una nota, Worldline ha dichiarato: “Siamo felici di supportare il nostro partner PayTipper Gruppo Enel X nella sua iniziativa a supporto di cittadini e imprese. Gli esercenti e l’intera società stanno compiendo uno sforzo collaborativo per adattare i loro modi di lavorare e di vivere e, come società di pagamenti globali, siamo orgogliosi di fare la nostra parte”.