Nuove soluzioni di mobilità proposte da Honeywell per il retail

Nuove soluzioni di mobilità proposte da Honeywell per il retail

Anno 2016 Martedì, 08 Ottobre 2013 17:11 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
Vota questo articolo
(0 Voti)

Honeywell Scanning & Mobility (HSM) è uno dei più importanti produttori di hardware di alta qualità per la raccolta laser di immagini e dati, dai robusti computer mobili ai lettori di codici a barre, dalle soluzioni di identificazione a radiofrequenza a quelle per la stampa e la gestione vocale dei flussi di lavoro.

Di recente, l’azienda ha introdotto una serie di strumenti per il settore retail che consentono di ridurre i tempi di attesa alle casse e offrono un'esperienza di acquisto personalizzata per clienti e titolari di punti vendita. Sulla base di uno studio sui comportamenti d’acquisto è stato dimostrato che i clienti non trovano affatto divertente rimanere in coda alle casse e tre su quattro ritengono addirittura che questo sia l'aspetto più fastidioso degli acquisti.

Ne abbiamo parlato con Enzo Capobianco EMEA Market Development Manager di Honeywell Scanning & Mobility

Come si è chiuso il 2012 la vostra azienda e come sta andando il 2013?

Il 2012 è stato un anno molto positivo per Honeywell. Abbiamo consolidato nel nostro portafolio le soluzioni per la Supply Chain offerte da LXE, acquisita nel 2011; abbiamo lanciato diverse soluzioni innovative nel settore della mobilita’ e della tecnologia imaging per la lettura di codici 2D. Infine, abbiamo continuato a ottenere la fiducia di aziende globali come UPS e DPD Germania, che hanno scelto le soluzioni Honeywell per offrire un servizio migliore ai propri clienti. Il 2013 sta andando molto bene, soprattutto in relazione a una crescita del mercato piuttosto debole. Abbiamo lanciato il Dolphin Black per il retail, uno smartphone ibrido e potente per lo staff del punto vendita infine, qualche settimana fa abbiamo concluso l'acquisizione di Intermec (e Vocollect).

In quante aree di business operate attualmente?

Honeywell opera principalmente nei mercati verticali del Retail, Transportation & Logistics e Healthcare. Questi verticali, che rappresentano il nostro target principale, possono poi essere ulteriormente declinati nei settori del Field Workforce, Wareshouse, Postal, Courier & Delivery, Airport, Port come illustrato nella nostra mappa virtuale che può essere visualizzata al link www.HSMcity.com e.

Per quale motivo avete deciso di sviluppare un portfolio di soluzioni dedicate alle aziende del retail?

Grazie all’acquisizione di Metrologic nel 2008, il Retail e’ diventato uno dei nostri mercati verticali più strategico. Metrologic era leader con soluzioni per il POS (5 milioni di scanner Voyager venduti in tutto il mondo e scanner da banco/biottici per il Food) e soprattutto pioniere nella tecnologia Imaging per la cattura di codici 2D. Honeywell Scanning and Mobility (HSM) ha continuato lo svilupppo di soluzioni innovative per il punto vendita consolidando la propria leadership in questo mercato.

Quali sono nello specifico gli strumenti introdotti da Honeywell che consentono di ridurre i tempi di attesa alle casse?

La riduzione delle code alle casse si raggiunge attraverso due vie: (1) evoluzione tecnologica dei sistemi esistenti, rappresentata dal continuo miglioramento delle performance degli scanner, garantendo una lettura rapida di tutti i tipi di codici, anche quelli nelle condizioni peggiori, al primo tentativo. In questo modo si elimina la necessita’ di digitare a mano il codice numerico del prodotto, operazione responsabile di ritardi, code e frustrazione da parte del consumatore; (2) soluzioni innovative che ridisegnano l’intero processo d’acquisto nel punto vendita, offrendo maggiori opzioni d’acquisto e di pagamaneto al consumatore piuttosto che costrigerlo ad attendere con il suo carrello dietro a una lunga coda. Nel primo caso Honeywell rappresenta il punto di riferimento nel mondo in quanto a performance dei lettori con tecnologia laser e imager (per la lettura dei codici 2D). Allo stesso tempo abbiamo introdotto soluzioni innovative quali lo scanner biottico ibrido, che offre tutti i vantaggi della lettura veloce offerti dal laser più la flessibilità della tecnolgia imager per la lettura di codici 2D; collaboriamo con Toshiba Global Commerce Solution nella promozione di Mobile Shopper, una soluzione che permette ai consumatori di utilizzare il proprio smartphone come strumento di lettura di codici a barre sui prodotti che acquistano nel punto vendita, riducendo drasticamente i tempi per le operazioni di pagamento; collaboriamo con i leader delle soluzioni per il mobile payment al fine di trasformare in casse mobili per il pagamento gli stessi terminali utilizzati dallo staff del punto vendita per applicazioni come invetario e clienteling; infine con Remote Mastermind siamo i soli a offrire la possibilità di gestire in remoto scanner, terminali, smartphone e stampanti per attivita’ di configurazione, aggiornamento software, diagnostica, misuramento delle performance.

In che modo offrono un'esperienza di acquisto personalizzata per clienti e titolari di punti vendita?

I nuovi scanner biottici ibridi, soprattutto quando impiegati nelle soluzioni di Self-Checkout, offrono la flessibilità necessaria alle esigenze del nuovo punto vendita come la riduzione degli spazi delle barriere casse, senza compromettere affidabilità ed esperienza d’acquisto del cliente. Se il self-checkout è lento o non legge tutti i codici il rischio di una lunga coda alle casse è maggiore. In questo senso il Retailer non vedrà grandi vantaggi se il suo staff di vendita è costretto a intervenire continuamente per risolvere problemi di lettura. Lo scanner da banco ibrido è un’evoluzione tecnologica, ma la vera innovazione per il punto vendita è la possibilità per i consumatori di utilizzare il proprio smartphone per tutte le interazioni con il Retailer di fiducia. Si possono ricevere promozioni e mobile coupons 24 ore al giorno, si può iniziare il processo d’acquisto a casa o in ufficio sullo smartphone, per poi continuare nel punto vendita scannerizzando i prodotti che vengono prelevati dallo scaffale e riposti nel carrello. Per il pagamento è sufficiente leggere un codice 2D generato dalla soluzione senza dover tirar fuori dal carrello tutti i prodotti appena acquistati. La lettura può avvenire ad un Self-checkout ovvero con un terminale di mobile payment utilizzato dallo staff. Il problema della coda viene eliminato ridisegnando il processo d’acquisto. In questo momento si parla molto di omni-channel (integrazione dei canali store, mobile, online) ma, in realtà il concetto è piuttosto semplice: il consumatore è al centro del processo d’acquisto e sarà lui o lei a decidere come, quando e dove acquistare. Il Retailer deve "solo" riconoscerlo e personalizzare la propria offerta utilizzando i dati storici d’acquisto.

Quali attività permettono di compiere e quali sono le funzionalità innovative che presentano?

L’obiettivo principale delle soluzioni di Mobile Shopping è una migliore esperienza d’acquisto del cliente, che ne farà un cliente non solo fedele ma ‘promotore’, che parlerà positivamente della sua esperienza sui social network e con i suoi amici. In termini economici invece, un cliente fedele è anche più profittevole. Questo tipo di clienti sono disposti a condividere maggiori informazioni al fine di ottenere un servizio migliore e personalizzato, con offerte rilevanti rispetto ai propri gusti e bisogni. L’utilizzo dello smartphone nel punto vendita è una naturale conseguenza del fatto che questo strumento rappresenta ormai il telecomando con cui gestire in remoto lavoro, relazioni e attività di ogni genere. Affrontare le sfide future con il brand Honeywell e’ una garanzia di affidabilità per i Retailer pronti a investire in evoluzione tecnologica e soluzioni innovative. Le nostre soluzioni offerte da una rete di partner specializzati consentono di ottenere una maggiore produttivita’ nelle operazioni di retailing e clienti soddisfatti del processo d’acquisto. Siamo qui per restare e continuare a investire per migliorare la produttività del punto vendita e l’efficienza dei processi di distribuzione.

Letto 1979 volte