Telefónica Deutschland si affida a Checkpoint Systems per la sicurezza dei suoi nuovi store

Telefónica Deutschland si affida a Checkpoint Systems per la sicurezza dei suoi nuovi store

Pubblicato in Case History 25 Ottobre 2021

Le soluzioni hardware di Checkpoint Systems sono parte integrante del progetto di rinnovamento della compagnia tedesca Telefónica Deutschland, che sta coinvolgendo tutti gli store del brand O2, secondo un processo avviato nell'estate del 2020, e che dovrebbe durare alcuni anni.



Le antenne antitaccheggio, i dispositivi mini spider wrap e tag AutoPeg, appositamente studiati per proteggere gli accessori per i cellulari e device simili, saranno i principali dispositivi del fornitore di soluzioni integrate per il retail che andranno ad ‘arredare’ i nuovi concept store in cui è prevista la libera esposizione dei prodotti, finalizzata a migliorare l’impatto positivo sulla customer experience.



A seconda delle specifiche esigenze di ciascuno store, potranno essere installate quattro diverse tipologie di antenna della gamma più recente al fine di integrarsi armoniosamente con il nuovo layout, mentre i nuovi tag AutoPeg si presentano di color bianco con scritte blu per abbinarsi al nuovo design degli store. Per questi e i dispositivi Mini Spider Wrap, saranno inoltre disponibili due dispositivi di apertura: uno portatile e uno fisso installato cassa.



"Siamo molto felici di far parte di questo progetto. Il primo feedback da parte degli store è un grande riconoscimento per noi: il design è stato ben accolto, i tag AutoPeg sono facili da maneggiare e uniscono la sicurezza alla facilità d'uso. Design, sicurezza e funzionalità vanno di pari passo", commenta soddisfatto Hans-Jürgen Nausch di Checkpoint Systems.



Inoltre, a confermare il successo di questo progetto anche il prestigioso riconoscimento conseguito ai “Best Retail Cases Awards”, svoltisi quest’anno in Germania e dove ha conseguito il primo premio per la categoria “Retail Store Design” con la case “Increased protection of O2 stores through goods security”.