Ottenuto da Viva Wallet un round di finanziamento da 80 milioni di dollari da investitori internazionali

Ottenuto da Viva Wallet un round di finanziamento da 80 milioni di dollari da investitori internazionali

Vota questo articolo
(0 Voti)

Viva Wallet, provider di servizi di pagamento e credito alle imprese operante in 23 Paesi Europei, ha ottenuto da investitori asiatici, europei e statunitensi un finanziamento aggiuntivo pari a 80 milioni di dollari.  

Tra gli investitori internazionali, figurano Tencent, EBRD e Breyer Capital. Viva Wallet utilizzerà il nuovo finanziamento per velocizzare l’implementazione della sua solution Tap-on-Phone sviluppata per i pagamenti in-store. 

Nel dettaglio, Tap-on-Phone è in grado di trasformare qualsiasi dispositivo Android in un POS, permettendo, in questo modo, alle imprese di accettare sia pagamenti contactless sia tramite PIN e senza la necessità di ricorrere a un card reader.  

Per quanto riguarda i pagamenti e-commerce, Viva Wallet ha lanciato anche il suo innovativo Smart-Checkoutone-line-of-code-integration”, che si adatta dinamicamente sia alla località che alle preferenze del cliente, ottimizzando considerevolmente il tasso di conversione. 

Oltre alle offerte relative alle soluzioni di digital payment, Viva Wallet sta lanciando anche Merchant Advance, il servizio prestiti per i propri clienti europei. I prodotti di credito saranno offerti tramite Vivabank, che fa leva sul finanziamento di società veicolo di terze parti attraverso un processo di cartolarizzazione di prestiti. 

Haris Karonis CEO and Founder di Viva Wallet

Haris Karonis, CEO and Founder di Viva Wallet, ha così commentato: “Siamo entusiasti di integrare Tencent, EBRD e Breyer Capital in Viva Wallet. Inoltre, siamo fiduciosi che l’ampio know-how e la rete di partnership dei nostri investitori accelereranno il piano di Viva Wallet per unificare il frammentato mercato europeo dei pagamenti. Le innovazioni tecnologiche che stiamo mettendo a disposizione dei merchant europei aiuteranno a offrire ai loro clienti un’esperienza di pagamento localizzata, agevole e li libereranno dall’onere di mantenere lettori carte retrodatati”.