Presentato da Epta il Rapporto di Responsabilità Sociale d’Impresa 2020

Presentato da Epta il Rapporto di Responsabilità Sociale d’Impresa 2020

Pubblicato in Case History 21 Ottobre 2020

Epta, player operante a livello internazionale e specializzato in solutions per la refrigerazione commerciale, ha presentato il Rapporto di Responsabilità Sociale d’Impresa 2020. 

Di fatto, il documento conferma l’orientamento rivolto alla creazione di un valore condiviso: un impegno che il Gruppo Epta assume quotidianamente nei confronti delle persone, delle comunità locali e dell’ambiente. Si tratta di un approccio in costante evoluzione e che abbraccia ogni aspetto della realtà aziendale, declinandosi in molteplici attività e iniziative lungo tutta la filiera, con l’obiettivo di promuovere un reale progresso sociale. A garanzia della massima trasparenza e obiettività, il Report è stato validato dall’Istituto TÜV Austria Cert GmbH, secondo gli standard GRI Core Option

In linea con il percorso intrapreso nelle edizioni precedenti, Epta ha provveduto a revisionare gli aspetti materiali del documento e a condurre un’analisi delle proprie best practice. I criteri adottati rispecchiano alcuni degli SDGs (Sustainable Development Goals) proposti dall’ONU e con cui l’azienda stessa ha evidenziato una naturale convergenza, quali, per esempio, Consumo e Produzione Responsabili, Energia Pulita ed Accessibile, Lotta contro il Cambiamento Climatico, Lavoro Dignitoso & Crescita Economica, Istruzione di Qualità

Marco Nocivelli Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Epta

Marco Nocivelli, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Epta, ha così commentato: “Sette anni fa, abbiamo intrapreso un percorso sulla via della sostenibilità, consacrando il Rapporto di Responsabilità Sociale d’Impresa come elemento centrale della filosofia di Gruppo. Con l’edizione 2020, vogliamo rafforzare il nostro impegno, seguendo valori sostenibili che possano esserci di ispirazione. Negli ultimi tre anni, abbiamo raggiunto e persino superato gli sfidanti traguardi che ci eravamo prefissati offrendo, per esempio, prodotti che assicurano il 50% in più di risparmio energetico rispetto alle versioni precedenti”. 

Poi, Nocivelli ha sottolineato: “Puntare a ridurre ulteriormente l’impatto sulle risorse del pianeta rappresenterà un nostro obiettivo prioritario anche nel prossimo futuro, in linea con i principi dell’Economia Circolare. Ci impegneremo ad adattare i nostri prodotti e processi a tale modello, fondato sul paradigma ridurre, riutilizzare e riciclare, in linea con il metodo di valutazione del Life Cycle Assessment (LCA), a garanzia di una maggiore sostenibilità dell’intero sistema aziendale”.