Lanciato Foodbarrio, il social commerce delle eccellenze food

Lanciato Foodbarrio, il social commerce delle eccellenze food

Vota questo articolo
(1 Vota)

È stato lanciato Foodbarrio, il nuovo social commerce che mette in contatto cultori del mangiar bene con i piccoli produttori locali. 

Si tratta di un ecosistema virtuoso basato su App omonima rivolto a valorizzare le imprese di piccole dimensioni in modo da premiarne la genuinità, la biodiversità dei prodotti e, infine, la trasparenza dei processi produttivi. Foodbarrio viene presentato come un mercato on line grande quanto l’Italia e diretto a reinventare il commercio del food regionale.

Su Foodbarrio, si possono trovare eccellenze gastronomiche introvabili altrove come il lardo al mirto con sale marino sardo stagionato per 10 mesi in conche di marmo, lo speck d’oca prodotto da oche allevate rigorosamente all’aperto con mangimi naturali e, ancora, la tahina, la rara crema di sesamo ottenuta dalla tostatura di semi coltivati da oltre 60 anni, il miele di rododendro, presidio slow food, composte di lamponi dei Monti Cimini realizzate in abbinamento a lavanda o cardamomo e molto altro ancora.

Gli artigiani del cibo possono raccontarsi e farsi conoscere quindi anche ad un pubblico che non può fisicamente entrare in contatto con loro e gli appassionati di specialità tipiche possono vagare virtualmente per cantine, frantoi, caseifici, norcinerie, agriturismi, acquistando direttamente dai produttori ed entrando in contatto con luoghi, storie e tradizioni fino a quel momento nascosti.

Il social food marketplace Foodbarrio non è un comune e-commerce, dal momento che i buongustai vi possono ritrovare anche la dimensione sociale del cibo: infatti, possono chattare direttamente con i produttori e condividere sia la passione per il buon cibo che le proprie esperienze con la community attraverso storie, recensioni e ricette.