I servizi di DHL Supply Chain Italy offerti durante l’emergenza Coronavirus

I servizi di DHL Supply Chain Italy offerti durante l’emergenza Coronavirus

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nell’ambito delle donazioni di farmaci coordinate dall’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), DHL Supply Chain Italy ha fornito gratuitamente il suo servizio di logistica consegnando gli anestetici destinati ai reparti di terapia intensiva degli ospedali di tutto il territorio italiano, assegnando priorità assoluta alle strutture delle regioni più colpite dalla pandemia e che avevano esaurito le scorte. 

Considerata la complessità della gestione logistica, DHL Supply Chain Italy si è attivata fin da subito, congiuntamente alla sua controllata Eurodifarm, per provvedere alla consegna degli ordini più urgenti sia in Lombardia che in Veneto già dal mattino seguente alla richiesta. Nell’arco di tre giorni, sono state completate le consegne in tutta Italia, isole comprese, ben 126.428 confezioni, pari a 632.140 dosi, di cui oltre 75.000, corrispondenti al 60% del totale, in un solo giorno.

Si è trattato di un lavoro urgente e di grande sinergia, offerto a titolo gratuito come atto di solidarietà e di social responsibility verso gli ospedali italiani, gli operatori sanitari e tutte le persone colpite dal Coronavirus. Contestualmente al lavoro svolto per AIFA, Eurodifarm, società specializzata nel trasporto di farmaci a temperatura controllata, ha garantito la consegna dei farmaci alle farmacie e agli ospedali di tutta Italia per conto delle più importanti società farmaceutiche e medicali.

DHL EDF Ospedale Sacco

Le consegne non si sono mai interrotte nemmeno nelle aree a più alto rischio, le cosiddette red zone, in particolare, situate nelle provincie di Lodi, Bergamo e Brescia. Magazzinaggio, trasporto, posizionamento, installazione, montaggio e decontaminazione sono state le attività che i professionisti di MITSafetrans, un’altra società controllata da DHL Supply Chain Italy, hanno effettuato per le apparecchiature medicali. Per numerosi clienti, inoltre, sono state gestite le consegne delle tanto attese e indispensabili attrezzature rivolte a gestire l’emergenza nelle sale di terapia intensiva e subintensiva ospedaliere, come i respiratori, gli ecografi, le TAC, le radiologie e le apparecchiature per analisi.

Infine, è per un’azienda biofarmaceutica svedese specializzata in malattie rare che DHL Supply Chain Italy ha gestito le attività di magazzino e di trasporto: un altro passaggio fondamentale nel portare con successo a termine un’operazione estremamente delicata e urgente consistente nella consegna di particolari farmaci anti Covid-19 oggetto di studi clinici effettuati in alcuni ospedali italiani e selezionati dall’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive.

Antonio Lombardo Amministratore Delegato di DHL Supply Chain Italy

Antonio Lombardo, Amministratore Delegato di DHL Supply Chain Italy, commenta così l’impegno profuso: “Con l’arrivo del Coronavirus, DHL Supply Chain Italy si è organizzata da subito per supportare le richieste straordinarie della logistica sanitaria italiana. Siamo orgogliosi di esser riusciti, insieme a Eurodifarm, a ricoprire un ruolo essenziale per la sanità italiana e per i molti cittadini colpiti da Covid-19, supportando AIFA in un compito così special e, dando pronta risposta a una situazione estremamente delicata e urgente”.