La piattaforma di Richmond Italia fa incontrare on line la business community italiana

La piattaforma di Richmond Italia fa incontrare on line la business community italiana

Vota questo articolo
(1 Vota)

Mentre le istituzioni pensano alle possibili soluzioni per il post emergenza Coronavirus, i manager e le imprese sono già intenti a reagire con modalità del tutto innovative rispetto al passato. 

Infatti, diventa sempre più ingente il numero degli incontri one-to-one a distanza fra manager italiani che, dalle loro case, si collegano sia per portare avanti il business che per discutere di strategie e di soluzioni per il futuro. Si tratta di dirigenti impegnati in settori che vanno dalla Logistica alla Finanza, dall’Energia all’E-commerce, dal Retail al Marketing e agli Acquisti, dall’Information Technology alla Sicurezza Fisica e Sul Lavoro. Di fatto, sono manager che rappresentano mercati e aziende che non intendono e non possono fermarsi.

L’hashtag #restoacasaMAreagisco è il messaggio che hanno voluto condividere. Il settore che si è dimostrato più reattivi è quello dell’Energia e HSE (Salute e Sicurezza Ambientale), seguito da E-commerce e Information Technology. L’innovativa iniziativa è stata resa possibile grazie a Richmond Italia e alla sua piattaforma, appositamente riconvertita e in brevissimo tempo da strumento per appuntamenti fisici a luogo di incontro on line e messa a disposizione gratuitamente per consentire a persone e idee di continuare a incontrarsi anche in questa particolare fase di stasi.

richmond italia events

Intorno a Richmond Italia, gravita un’ingente comunità di manager: considerando coloro che hanno preso parte a eventi negli ultimi 5 anni, sono circa 7.500 operatori, di cui circa 6.000 delegates (grandi e medie aziende che investono) e 1.500 exhibitor (aziende fornitrici alla ricerca di partner e clienti).

Claudio Honegger Richmond Italia

Claudio Honegger, Founder e Amministratore Unico di Richmond Italia, vero pioniere in Italia degli eventi Business-to-Business con agende programmate, dichiara: “Far incontrare le persone e le aziende è quello che facciamo da 25 anni. All’inizio di questa crisi, varie settimane fa, abbiamo creduto che l’unica opzione possibile fosse aspettare la fine della tempesta. Poi, abbiamo capito che starsene con le mani in mano non era la cosa giusta da fare, ci siamo riuniti e abbiamo pensato a cosa potessimo fare di utile. Abbiamo deciso di dare la possibilità alle aziende di incontrarsi gratuitamente on line, facendo in modo che domanda e offerta continuassero e cercarsi e trovarsi. Così è nato il nuovo format Richmond 121 e, con esso, l’hashtag #restoacasaMAreagisco. La risposta dei manager è stata inequivocabile: rimbocchiamoci le maniche”.

Ogni anno, Richmond Italia organizza 16 eventi Business-to-Business che creano opportunità di business. Durante questi eventi, le persone generano il valore e, al tempo stesso, ne sono i principali beneficiari. Ed è riferendosi a tali eventi, allo scenario attuale e a quello dell’immediato futuro che Honegger sottolinea: “Sono sicuro che torneremo a organizzare presto gli eventi e che le persone avranno sempre più voglia di incontrarsi faccia a faccia, d’altronde, il nostro claim è Human2Human. Non posso, tuttavia, non considerare che la situazione che stiamo vivendo ha fatto fare un salto in avanti alla tecnologia e ci ritroviamo tutti un po’ più confidenti con i video meeting. Per questo, la modalità on line rientrerà sempre di più nel nostro modello di business. Oggi, la piattaforma è a disposizione gratuitamente per dare un segnale concreto di reazione, domani, potrà diventare un modello di business che si affiancherà a quello esistente”.