La vision di Zebra per il ruolo della tecnologia nella produttività del magazzino

La vision di Zebra per il ruolo della tecnologia nella produttività del magazzino

Vota questo articolo
(0 Voti)

La digitalizzazione e la crescita dell’economia on-demand non soltanto hanno cambiato le aspettative dei consumatori, sempre più desiderosi di servizi su misura e in real time, ma hanno avuto anche un impatto significativo sulla supply chain.

In risposta a queste nuove esigenze, secondo il “Future of Fulfillment Study” di Zebra, si prevede che, entro il 2028, il 40% delle aziende di logistica sarà in grado di portare a termine una consegna entro 2 ore dalla ricezione dell’ordine. Un’ottima notizia per i clienti, ma anche una sfida enorme per i team logistici. La continua crescita delle aspettative sta spingendo i produttori manifatturieri, le aziende di logistica e i magazzini a rendere le proprie linee produttive quanto più continuative ed integrate possibili.  In questo contesto, il fattore chiave per incrementare la velocità e l’efficienza senza risvolti negativi è indubbiamente la tecnologia.

Lo studio di Zebra ha rilevato che il 55% delle aziende utilizza ancora oggi processi inefficienti, addirittura basati su scrittura manuale con carta e penna, per gestire sistemi di logistica omnichannel. Sono molte le tecnologie che potrebbero supportare la supply chain, dalla tecnologia di identificazione con radio frequenza (RFID) a sistemi intelligenti di raccolta ed elaborazione dei dati, dagli scanner indossabili per la lettura dei codici a barre ai droni. Cercare di fare la scelta giusta tra queste potrebbe sembrare difficile, quindi, è importante trovare un partner che abbia una visione olistica sulle molteplici esigenze del business; un partner con la competenza e l’esperienza necessarie per valutare quale approccio e quale soluzione possa ottimizzare il flusso di lavoro e i risultati ottenuti.

Le tecnologie per la lettura dei codici a barre stanno evolvendo rapidamente e hanno il potenziale di ridurre sia il costo del personale di magazzino sia il tempo individuale necessario per svolgere un incarico lungo la linea di produzione. Questo tipo di tecnologia smart può avere un forte impatto sulla performance lavorativa del personale coinvolto nei processi di ricezione degli ordini, di selezione dei prodotti e di spedizione, specialmente nella gestione del magazzino. Il 94% dei partecipanti al Future of Fulfillment Study di Zebra, ha dichiarato che, entro il 2021, utilizzerà computer portatili con lettori di codice a barre per la logistica omnichannel. Un’azienda che già utilizza dispositivi mobili con tecnologia per la scansione è General Cavi, produttore manifatturiero italiano, che recentemente ha incrementato la propria produttività dal 10% al 15%.

La trasformazione digitale di General Cavi
General Cavi è un produttore manifatturiero italiano specializzato nel design, nella produzione e nella vendita di una grande varietà di cavi e fili elettrici. Con sede a Conselice in Italia, la società distribuisce i propri prodotti in tutto il mondo sia a clienti privati, sia pubblici. L’azienda è impegnata in un continuo lavoro di ottimizzazione dei propri prodotti e dei servizi per soddisfare una così ampia gamma di clienti diversi e, all’interno di questo progetto, ha preso la decisione di migliorare anche la tecnologia digitale per la gestione del magazzino. Nel tentativo di stare al passo con le richieste dei clienti e con i cambi del mercato nei periodi di picco, General Cavi ha aggiornato la sua precedente flotta di dispositivi sostituendoli con i computer palmari Android di Zebra Technologies, i TC8000. Un passaggio rapido e senza interruzioni era essenziale per evitare rallentamenti o cali nella produzione: il partner di Zebra, Bancolini, ha quindi lavorato in stretta collaborazione con General Cavi per assicurare una migrazione liscia e senza intoppi, per gestire e configurare il passaggio in modo wireless, risparmiando quindi tempo e consentendo ai team coinvolti di iniziare ad utilizzare i dispositivi facilmente.

Aumentare l’efficienza del magazzino
General Cavi ha adottato i TC8000 in sei dei suoi magazzini per tracciare i prodotti finiti dall’inizio alla fine. Lo scanner medium range selezionato è dotato dell’imager medium range SE4750 omnidirectional 1D/2D, perfetto per la gestione del prodotto nelle fasi di ricezione, movimentazione interna ed inventario, fino ad arrivare alla selezione e spedizione. Nel momento in cui un membro dello staff ha scannerizzato un codice a barre, il dato rilevato viene trasferito ai sistemi di General Cavi attraverso il network wireless del magazzino, questo assicura da un lato una piena tracciabilità dei prodotti finali, dall’altro migliora il controllo qualità ed infine rende possibile individuare e richiamare dei prodotti che si trovano lungo la supply chain. Il robusto design dei TC8000 assicura una utilizzabilità anche nelle aree esterne del magazzino di General Cavi: lo schermo è infatti completamente leggibile anche se esposto alla piena luce del sole. Lo staff può, quindi, proseguire senza interruzioni ed indisturbato le proprie operazioni anche se dovessero svolgersi all’aperto.

Un salto dal 10% al 15% nella produttività
La migrazione ha incrementato l’efficienza e la produttività dal 10 al 15%, inoltre, ha migliorato anche il controllo qualità del magazzino. Grazie ad un design pensato per essere più efficiente in ogni punto di contatto (dalla scannerizzazione di codici a barre danneggiati ad una digitazione più semplice e una durata della batteria più alta), i TC8000 conducono naturalmente ad una riduzione nella ripetizione dei task e velocizzano ogni aspetto di utilizzo. Questo ha consentito a General Cavi di risparmiare un’ora lavorativa per dipendente al giorno e ha ridotto il numero di dispositivi necessari nei sei magazzini dei prodotti finiti di proprietà del cliente. Una capacità di scannerizzazione molto rapida di questi dispositivi intelligenti basati su Android offre la possibilità di svolgere inventari più veloci e di spedire gli ordini prima di quanto si pensasse. Grazie ad una batteria facilmente sostituibile dagli utenti, combinata con un super capacitor che immagazzina abbastanza potenza per mantenere la connessione wi-fi anche senza batteria, è stato ridotto al minimo anche il tempo necessario per cambiare le batterie, consentendo agli operatori di continuare indisturbati il proprio lavoro.

Quest’ultima generazione di dispositivi è apprezzata dai clienti per il peso ridotto, la conformazione ergonomica, la minimizzazione dello sforzo muscolare durante lunghi turni di lavoro, il processore veloce e potente e lo scanner ad alta qualità, che rende le attività di magazzino più veloci e più semplici. Il successo del lettore intelligente di codici a barre per le attività di magazzino, ha convinto General Cavi ad adottare gli stessi dispositivi anche per tracciare le materie prime nei passaggi di pre-produzione della supply chain, con l’obiettivo di raggiungere la massima visibilità lungo tutto il ciclo di vita del prodotto all’interno del suo percorso di produzione.

Il futuro per il manifatturiero
In un momento in cui i costi sono sempre più alti, emerge una forte evoluzione normativa ed è necessario, oggi, poter consegnare i prodotti in un giorno (ben presto, verrà chiesto addirittura in un’ora): c’è, quindi, un’innegabile pressione sui produttori verso la digitalizzazione. Fortunatamente, ci sono molti dispositivi ingegnosi in grado di supportare le aziende nel loro passaggio verso una supply chain tecnologicamente intelligente. Aziende come General Cavi sono all'avanguardia in questo, con l’introduzione di tecnologie smart per aumentare l’efficienza, la produttività e diminuire la pressione sul personale. Le aziende manifatturiere possono diventare sempre più evolute ed efficaci, se continueranno il lavoro di rinnovamento della supply chain.

Jim Hilton ZebraJim Hilton, Manufacturing and Transportation and Logistics Global Principal di Zebra Technologies, dichiara: “Spinti dal cliente sempre connesso e esperto di tecnologia, i rivenditori, i produttori e le aziende di logistica stanno collaborando e scambiando ruoli in modi inesplorati per soddisfare le aspettative di realizzazione e consegna dei prodotti omnichannel dei clienti. Lo studio di Zebra “Future of Fulfillment Vision” ha rilevato che l’89% degli intervistati ha convenuto che l’e-commerce sta guidando la necessità di una consegna più veloce. In risposta, le aziende si stanno rivolgendo alla tecnologia digitale e all’analisi per aumentare l'automazione, la visibilità delle merci e la business intelligence nella catena di fornitura per competere nell’economia dei consumi on-demand”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience