Paolo Bucci di Jentaculum: ecco la piattaforma mondiale di trading on line per il food Made in Italy

Paolo Bucci di Jentaculum: ecco la piattaforma mondiale di trading on line per il food Made in Italy

Vota questo articolo
(3 Voti)

Da un paio di mesi, è stata attivata Jentaculum.it, la prima piattaforma mondiale di intermediazione on line specializzata nel food Made in Italy che nasce dall’esperienza trentennale di Bucci, azienda operante sia in Italia che all’estero nell’intermediazione commerciale nel comparto alimentare.

Paolo Bucci, Amministratore Delegato dell’azienda, ci illustra i dettagli del progetto.

Nel dettaglio, cos’è Jentaculum?

Jentaculum è come abbiamo immaginato il futuro del trading on line. Avendo maturato un’esperienza trentennale nell’ambito dell’intermediazione commerciale delle migliori marche/aziende dell’alimentare in ambito internazionale, di fatto, abbiamo sviluppato una piattaforma on line per mettere a fattore comune i nostri clienti e le migliori proposte dei nostri partner fornitori. La piattaforma, nata in seguito a due anni di progettazione, si basa sulla selezione della nostra vasta banca dati. Abbiamo pensato di offrire un supporto completo in ogni fase della vendita. Ci occupiamo, quindi, di ogni fase della catena del valore fino alla logistica, ossia il trasporto e lo stoccaggio delle merci, garantendo un servizio efficiente nei confronti sia delle realtà più piccole che dei grandi distributori.

Qual è il valore aggiunto della piattaforma?

Il valore aggiunto sta nell’aver sistematizzato il database, composto da circa 14mila tra produttori, buyer e broker attivi su scala nazionale e internazionale, per rendere la piattaforma un grande network in cui offriamo una vasta gamma di servizi e opportunità di business, garantendo una grande visibilità e la possibilità di espandere la propria rete di contatti e relazioni su scala mondiale, con l’impegno di fornire ogni tipo di consulenza al fine di garantire il buon esito della sell or buy proposition.

Quali sono i vantaggi per i produttori che scelgono di aderirvi?

Jentaculum garantisce ai produttori il supporto delle migliori competenze maturate all’interno della nostra società, assicurando consulenze mirate e specifiche in grado di mirare meglio la proposta dei prodotti attraverso un’accurata selezione di importanti requisiti che soddisfino le richieste del mercato di riferimento. Tempi e procedure burocratiche sono ampiamente snellite attraverso l’analisi dello screening delle caratteristiche specifiche degli utenti, permettendo negoziazioni più rapide grazie ad una serie di filtri di selezione impostati in fase di elaborazione della nostra piattaforma.

In seguito a ciò, cosa avviene?

A questo punto, il gioco è fatto. I prodotti che le aziende decideranno di commercializzare, attraverso l’inserimento nel database, dovranno rispondere a specifici prerequisiti. Sarà necessaria, quindi, un’iscrizione al portale e, subito dopo, avranno accesso alle migliori vetrine internazionali del trading, compresi i top retailer delle GDO e i top player del canale della ristorazione commerciale. Questa visibilità, rapida e immediata, consente ai produttori di verificare il reale riscontro che i prodotti avranno sul mercato di riferimento.

E per i buyer e i broker?

Jentaculum permette ai buyer di ricercare in maniera più semplice e tempestiva i prodotti di cui hanno bisogno, ampliando sensibilmente la rete di contatti con la quale interfacciarsi e assicurando loro la possibilità di interagire con le aziende più attente alle novità di prodotto e di mercato. Allo stesso modo, broker di ogni parte del mondo possono facilmente connettersi e relazionarsi all’interno di un network di grande portata, in grado di espandere su scala internazionale le qualità e i valori del food & beverage Made in Italy e non solo.

Un bilancio dopo i primi due mesi dal lancio?

Porto un esempio concreto: in questi due mesi, tra le diverse aziende iscritte nel portale, abbiamo avuto un importante successo di esportazione da parte di Garbo Surgelati, azienda leader nella produzione dei preparati pastellati e panati. Stati Uniti, Canada, Belgio, Malta, Emirati Arabi sono solo alcuni dei Paesi con cui abbiamo chiuso accordi commerciali. Tempi e procedure burocratiche sono stati ampiamente snelliti, permettendo negoziazioni più rapide e risultati davvero importanti.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience