Cecilie Sofie Anker Andersen di Sitecore: una piattaforma unica per andare incontro alla customer experience

Cecilie Sofie Anker Andersen di Sitecore: una piattaforma unica per andare incontro alla customer experience

Vota questo articolo
(3 Voti)

Sitecore è un player globale attivo nel settore dei software per la gestione dell’esperienza nell’ambito del context marketing.

Cecilie Sofie Anker Andersen, Sales Manager Italy di Sitecore, oltre a illustrarci l’approccio della società rivolto al mercato, commenta l’attuale scenario digitale di riferimento. 

Qual è il vostro approccio strategico al mercato?

Le aziende hanno ormai compreso l’importanza di offrire una customer experience soddisfacente attraverso tutti i differenti canali. Per farlo, la tecnologia non è di per sé la soluzione: il risultato si ottiene con il giusto mix di persone, processi e tecnologia. In Italia, Sitecore collabora con i migliori partner tecnologici e agenzie digitali proprio con l’obiettivo di non limitarsi all’implementazione di una soluzione tecnica, ma di fornire anche il contesto e le competenze necessarie per maturare e crescere nel digitale. Ci assumiamo una grossa responsabilità: non solo vendiamo un software, ma aiutiamo anche i clienti a sfruttarne appieno le potenzialità, assicurandoci di coniugare la potenza di una tecnologia leader a livello mondiale con i migliori e più brillanti esperti digital a livello locale.

Nell’ambito del mondo brand, qual è la sua valutazione relativa allo scenario digitale a supporto della customer experience?

Come accade anche all’interno delle organizzazioni, una delle principali sfide da affrontare è legata al fatto che la tecnologia tendenzialmente funziona per silos. Esistono sistemi di web content management che gestiscono il branding e il marketing, sistemi di e-commerce che gestiscono le transazioni, sistemi di e-mail marketing che gestiscono le comunicazioni, eccetera. Il risultato è che i clienti transitano indistintamente attraverso i differenti canali e touchpoint digitali, aspettandosi di essere riconosciuti come individui e di vivere una bella esperienza. Insomma, esistono numerosi buoni sistemi, ma a meno che tu non sia in grado di integrarli tra loro, non potrai offrire ai clienti un’esperienza degna di essere apprezzata. Il problema, quindi, non è trovare una tecnologia valida, ma creare un ecosistema digitale che riconosca il cliente in ogni canale e che possa reagire e personalizzare l’esperienza in tempo reale.

Può illustrarci le caratteristiche della soluzione che più di recente avete lanciato sul mercato?

L’unicità di Sitecore sta proprio nell’essere la sola soluzione a integrare completamente contenuto e vendita. Combinando in un’unica piattaforma gestione dei contenuti, vendita, analytics, personalizzazione e marketing automation, offriamo ai nostri clienti l’opportunità di conoscere ogni cliente e di plasmare ogni esperienza, in qualsiasi canale e in tempo reale.

Su quali elementi basilari si fonda la vostra offerta al mercato?

Gestire su larga scala la customer experience dei singoli individui è molto complesso. Per aiutare i nostri clienti a farlo, abbiamo introdotto Cortex, una serie di strumenti di machine learning che automatizzano il processo di personalizzazione delle esperienze. Cortex fornisce ai professionisti del marketing approfondite informazioni sui clienti, utilizzando algoritmi di self-learning per profilare i clienti, fornendo, al tempo stesso, consigli sensati ed esperienze contestuali.

Oggi, in particolare sul versante delle soluzioni digitali e dei servizi cloud, cosa chiedono i brand?

La rivoluzione digitale sta impattando ogni settore. Che tu sia un’istituzione pubblica che mira a servire al meglio i cittadini e a snellire i tuoi processi, o un retailer che desidera offrire una shopping experience omnicanale o un produttore che vuole personalizzare i propri messaggi a seconda dei diversi settori e gruppi target, le soluzioni digitali sono in grado di supportarti per raggiungere il tuo pieno potenziale. I servizi cloud come Microsoft Azure fanno sì che vengano rimossi gli attriti derivanti dalla gestione di infrastrutture complesse e, al tempo stesso, ne adeguino l’utilizzo in base alle esigenze dell’azienda.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience