Tra canale on line e off line, DoveConviene svela gli shopping behaviour in vista del Black Friday

Tra canale on line e off line, DoveConviene svela gli shopping behaviour in vista del Black Friday In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

La piattaforma digitale DoveConviene, tramite la quale più di dieci milioni di italiani si informano e pianificano i loro acquisti, ha realizzato un sondaggio relativo al Black Friday del prossimo 24 novembre per individuare sentiment e comportamento d’acquisto degli italiani.

Al sondaggio hanno partecipato oltre 6mila italiani con oltre 18 anni di età. Il campione è rappresentato, in prevalenza, da utenti donne (63%) rispetto agli uomini (37%) e ha coinvolto principalmente la fascia di età 32-40 anni (33%) e la fascia 41-60 (29%), seguita dalla fascia 26-31 (21%). Importata dagli USA diversi anni fa, l’occasione del Black Friday è diventata un appuntamento fisso anche nello shopping calendar dei consumatori italiani, i quali ne approfittano per gli sconti, per anticipare i regali natalizi o anche soltanto per regalarsi un momento di svago con lo shopping.

Dai dati del sondaggio, emerge che l’86% degli intervistati ha dichiarato di avere in programma di usufruire delle offerte del Black Friday, pari a un +4% in più rispetto all’anno scorso. Informarsi on line si conferma anche per quest’anno un vero e proprio trend per il 71% degli interpellati contro un 29% di chi lo fa off line. Per di più, la maggior parte degli acquisti avverrà presso il punto vendita (61%), mentre un 39% acquisterà on line: in particolare, quest’ultimo è un dato singolare se si considera che il Black Friday, in Italia, è un evento originariamente legato all’e-commerce.

In linea con il 2016, gli italiani faranno acquisti per la famiglia (57%) e per se stessi (42%). Agli amici ci penserà, invece, soltanto l’1% dei rispondenti. Tra le motivazioni degli acquisti, emerge il desiderio di concedersi qualche piacere personale e, soprattutto, la volontà di anticipare i regali di Natale (58%). Tra le categorie più ambite del 2016, si potevano annoverare l’elettronica (24%) al primo posto, gli abiti (23%) e i giocattoli (10%). Nel 2017, invece, è tra i cosiddetti must have che si attesta in cima alla classifica la moda con gli abiti (31%), seguita da articoli di elettronica (17%) e da elettrodomestici per la casa (11%).

Per quanto attiene alla previsione di spesa, essa risulta di fascia medio alta: si attesta tra i 50 e i 100 euro per il 29%, tra i 100 e i 200 euro per il 26% e, infine, tra i 200 e i 400 euro per il 19%. Inoltre, il 12% si dichiara anche disposto a spendere oltre 400 euro e tale dato risulta in crescita rispetto al 2016 in misura pari al +200%. I metodi di pagamento preferiti saranno la carta di credito (40%) e i contanti (39%), in controtendenza rispetto al 2016, anno in cui i contanti si attestavano al 38%  e la  carta di credito al 32%.