In Italia, avanza l’innovazione nel retail, ma gli investimenti in digitale vanno a rilento

In Italia, avanza l’innovazione nel retail, ma gli investimenti in digitale vanno a rilento In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dalla quinta edizione dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, emerge che, nel nostro Paese, nonostante cresca la diffusione del digitale rivolta sia a migliorare l’efficienza dei processi, gli investimenti in ambito digitale da parte dei top retailer risultano ancora bassi, non superando l’1% del fatturato.

Stando ai dati analizzati dal Politecnico, la quasi totalità dei primi 300 retailer tradizionali che operano in Italia utilizza i canali digitali al fine di supportare le fasi di pre o di post-vendita o per abilitare la vendita. Nel dettaglio, il 96% dei retailer (nel 2017, era il 95%) è presente sia on line sia su mobile, mentre il 3% è presente esclusivamente on line (nel 2017, era il 4%).

Per quanto attiene all’utilizzo dei canali digitali per sostenere le vendite, il 75% (nel 2017, era il 68%) ha un sito e-commerce e il 72% (nel 2017, era il 64%) ha predisposto un’iniziativa di mobile commerce attraverso un’App o un sito ottimizzato ad hoc.

Alessandro Perego Politecnico di MilanoAlessandro Perego, Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, traccia così l’attuale scenario: “In un momento di forte discontinuità, dove le strategie di imprese retail tradizionali e DotCom convergono sempre più, il negozio sta subendo profondi cambiamenti. Con il successo dell’e-commerce e la nascita di nuove modalità di interazione e di acquisto, stanno cambiando le motivazioni che spingono i consumatori a visitare il negozio: il punto vendita, svuotato del suo significato originario (non rappresentando più l’unica possibilità di accesso fisico al prodotto), è in cerca di nuovi significati e funzionalità, in ottica anche relazionale”.

In particolare, Perego sottolinea: “I principali retailer internazionali stanno comprendendo sempre più l’importanza della tecnologia per affrontare questo momento e stanno focalizzando i loro sforzi nella sperimentazione di tecnologie di frontiera: durante il 2018, infatti, sono state identificate oltre 200 progettualità in ambito retail nel mondo, con particolare focus su Internet of Things (52% dei casi), Intelligenza Artificiale (32%) e Realtà Aumentata e Virtuale (16%)”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience