La tecnologia SAP spinge il business per The Bridge

La tecnologia SAP spinge il business per The Bridge In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

The Bridge, azienda vicentina operante nel settore dei prodotti biologici e vegetali, nel corso degli ultimi anni, ha investito sul versante dell’innovazione tecnologica al fine di ottimizzare i propri processi interni.

In particolare, l’azienda, che utilizza la piattaforma SAP Business One, a partire dal 2011, ha avviato un nuovo e più vasto stabilimento produttivo tra il 2015 e il 2016. InformEtica Consulting, Gold Partner di SAP e partner tecnologico di The Bridge dal 2011, ha poi supportato l’azienda nella gestione di tutti gli aspetti relativi alla produzione attraverso LPOne, la solution verticale specificamente sviluppata per SAP Business One, che integra e amplia, allo stesso tempo, le funzionalità del processo produttivo, costituendo una piattaforma software integrata dedicata alla Lean Production.

Ed è nel biennio 2017-2018 che The Bridge ha deciso di spostare all’interno la gestione della propria logistica, inaugurando una nuova struttura che movimenta più di 300 pallet al giorno: quindi, è stata adottata la funzionalità TerminalOne, un’altra specifica solution per SAP Business One che consente di gestire la movimentazione merce tramite device mobili. Infine, durante l’ultimo anno, è stata introdotta anche la gestione dei flussi di Electronic Data Interchange per le aree amministrativa, commerciale e logistica. L’adozione di SAP Business One ha consentito a The Bridge di conseguire molteplici vantaggi: in particolare, la disponibilità di dati chiari e univoci, di significativa utilità per un’azienda strutturata e in rapida crescita.

Poi, un particolare vantaggio per l’azienda è stato quello relativo alle certificazioni: difatti, le soluzioni SAP sono riconosciute a livello internazionale dai più importanti enti certificatori rispetto alla tracciabilità di ingredienti e ha consentito al gruppo di snellire e velocizzare i processi di certificazione dei prodotti senza dover ricorrere a software aggiuntivi. Infine, SAP Business One ha consentito a The Bridge di ottenere e condividere dati e informazioni per effettuare analisi approfondite sulla base delle quali ottimizzare processi e risultati, offrendo, per di più, ulteriori margini di sviluppo in un’ottica di crescita del business aziendale.

Marco Negro Marcigaglia, Chief Operating Officer di The Bridge, commenta così il percorso di trasformazione tecnologica dell’azienda: “Il passaggio da un ERP custom a SAP Business One è avvenuto senza difficoltà per i 26 utenti che ne fanno uso in azienda e ha segnato un cambio di rotta significativo e assolutamente necessario per strutturarci e migliorare le performance aziendali. Lo sviluppo dell’azienda è andato di pari passo con l’adozione di soluzioni tecnologiche all’avanguardia: per questo, ci siamo affidati ad InformEtica Consulting, che conoscevamo bene per l’esperienza nel settore e la capacità di offrire soluzioni specifiche e su misura per le nostre esigenze”.

Inoltre, Negro Marcigaglia aggiunge: “Siamo consapevoli del fatto che, nonostante i molti benefici di cui già godiamo in questo momento, il potenziale di SAP Business One che possiamo sfruttare è ancora elevato. L’obiettivo per il futuro è proprio quello di trarre il massimo dalle capacità di analisi della piattaforma, aumentare la qualità della reportistica e rendere i processi aziendali sempre più efficienti”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience