In Italia, cresce l’e-commerce dei prodotti grocery

In Italia, cresce l’e-commerce dei prodotti grocery In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nell’estate 2018, secondo i dati diffusi da ReStore, azienda italiana specializzata nell’e-commerce per la GDO, i consumatori italiani hanno ordinato on line e ricevuto a casa un ingente numero di prodotti grocery, sia freschi che freschissimi.

Tradizionalmente, tali prodotti sono sempre stati selezionati con cura dagli scaffali dei punti vendita fisici da parte della maggioranza dei clienti, solitamente diffidenti in merito sia alla conservazione degli alimenti che al mantenimento della catena del freddo durante le fasi di trasporto e di consegna, ma, ora, il trend sta mostrando i segnali di un inatteso cambiamento. In particolare, il 69% dei consumatori che hanno deciso di effettuare la spesa on line, di fatto, ha provveduto ad acquistare prodotti freschi o freschissimi con una predominanza di verdure e di ortaggi, spendendo, mediamente, circa 20 euro per queste categorie.

Tra le referenze maggiormente acquistate on line durante il periodo estivo, spiccano prodotti come formaggi, gelati e succhi, con una preferenza più marcata verso quelli contenenti una concentrazione elevata di frutta (tra il 30% e il 99%). Per quanto attiene alle tipologie di frutta che i consumatori italiani hanno privilegiato per i propri acquisti on line, ReStore segnala le banane, i limoni e i meloni retati.

Barbara Labate CEO di ReStore

Barbara Labate, CEO di ReStore, ha così commentato il nuovo trend: “Gli italiani acquistano sempre più prodotti freschi on line poiché le insegne si sono attrezzate per garantire il corretto mantenimento della catena del freddo e la qualità degli articoli non viene minimamente intaccata durante i trasporti. Questo trend, in costante aumento, dimostra che è in atto un profondo cambiamento culturale nella popolazione che sta modificando le proprie abitudini di acquisto anche nel settore food”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience