Digital Marketing: Accengage delinea il trend delle notifiche push

Digital Marketing: Accengage delinea il trend delle notifiche push In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Accengage, player europeo nello sviluppo di tecnologie di notifiche push per applicazioni mobili, siti web e Facebook Messenger, ha pubblicato l’edizione 2018 del Barometro delle Notifiche Push per Applicazioni Mobili, dal quale emerge un trend di opportunità per il digital marketing.

L’analisi, basata su oltre 50 miliardi di notifiche inviate a 900 milioni di utenti mobili in tutto il mondo tra gennaio e metà giugno 2018, consente a chi dirige i dipartimenti di marketing, digital, mobile, CRM ed e-commerce di comparare il livello di rendimento delle rispettive campagne di notifiche push, per quanto attiene al tasso di opt-in (percentuale degli utenti di un’App mobile che acconsentono a ricevere le notifiche) e al tasso di reazione (percentuale di destinatari che cliccano sulla notifica), sia su iOS che su Android.

Dallo studio, emerge che il 43,9% degli utenti iOS accetta di ricevere le notifiche contro il 91,1% degli utenti Android: tale dato è imputabile al fatto che, su iOS, gli utenti devono esprimere attivamente il proprio consenso alla ricezione delle notifiche, mentre, nel caso di Android, gli utenti esprimono automaticamente il loro consenso al momento dell’installazione dell’Applicazione e possono, in seguito, scegliere di disattivare le notifiche. Il comparto che evidenzia il maggior tasso di opt-in globale è quello finanziario (72,3%), seguito da quello dei viaggi (70,2%) e da quello dell’e-commerce (68%). L’Italia risulta essere il Paese europeo con il più alto tasso di opt-in (68,7%), davanti alla Francia (68,4%). Il tasso di reazione medio alle notifiche push è pari al 7,8% (4,9% su iOS e 10,7% su Android).

OPT IN

Dal 2016, i tassi di reazione su iOS evolvono al rialzo (+0,4% rispetto al 2017), mentre la tendenza su Android denota un trend al ribasso (-1,5% rispetto al 2017). I tre settori con maggior tasso di reazione sono i viaggi (11,3%), la finanza (9,8%) e l’e-commerce (7,9%). In questo ambito, l’Italia è il terzo Paese europeo con maggior tasso di click (8,8%), dietro alla Germania (9,2%) e alla Francia (8,9%).

Nicolas Vitre, Marketing Director di Accengage, sottolinea: “I tassi di click crescono notevolmente al di fuori dell’orario di lavoro. Questa tendenza comincia a manifestarsi verso mezzogiorno, con tassi intorno all’8%, rispetto a una media del 6,5% della mattina. Il pomeriggio torna ad essere più tranquillo, con un tasso medio del 6,68%. Ed è di sera che i tassi tornano ad aumentare: infatti, a partire dalle 19, il tasso di reazione passa rapidamente al 7,8%, fino a raggiungere il 9,2% alle 21.00 e l’11,4% alle 23.00”. Inoltre, Vitre aggiunge: “Il punto forte dei Messaggi In-App risiede nel fatto che non vi è un sistema di opt-in ed è, quindi, possibile inviare messaggi segmentati, personalizzati e automatizzati al 100% degli utenti dell’App. I clienti che combinano l’invio di notifiche push (per attrarre gli utenti mobili verso l’App) con la diffusione di Messaggi In-App, vedono duplicati i propri tassi di conversione”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience