http://www.ikn.it/evento/10296/customer-day/home

 

Ecco le aree chiave per i progetti di loyalty nel 2018

Ecco le aree chiave per i progetti di loyalty nel 2018

Vota questo articolo
(0 Voti)

In un recente studio condotto da Mintel, sono state evidenziate quattro aree chiave nelle tendenze dei consumatori europei nel 2018.

Gli analisti di Mintel hanno esaminato tali trend e delineato come i programmi di fidelizzazione dei clienti possano agevolare alcune di queste tendenze.

Questioni ambientali
La ricerca di Mintel prevede che più brand offrano iniziative dirette a sensibilizzare i clienti sui pericoli dei materiali nocivi per l’ambiente e a incoraggiare buone pratiche ambientali, sicure e pulite. Alcuni brand stanno già incorporando questa filosofia nelle proprie strategie di marketing e di loyalty: per esempio, Adidas realizza un milione di scarpe in plastica oceanica riciclata, mentre Coca-Cola si è impegnata ad aumentare il target di riciclaggio del 50% per il 2020. Una società di riciclaggio spagnola ha adottato un programma di incentivi che premia i consumatori con punti quando riciclano carta e plastica.

Dati da utilizzare
Nel corso degli ultimi anni, il marketing basato sui dati ha guadagnato enorme popolarità. Grandi volumi di dati stanno però creando situazioni di vulnerabilità e il data hacking sta diventando una vera preoccupazione per le aziende di tutto il mondo. Di conseguenza, sia il Regno Unito che l’Irlanda rispetteranno la legislazione del regolamento sulla protezione dei dati generali dell’UE (GDPR) a partire da maggio 2018. Ottenere dati sui consumatori richiederà uno sforzo maggiore da parte di brand o aziende. Tuttavia, la ricerca di Mintel evidenzia che i clienti sono aperti a fornire dati in cambio di un’esperienza personalizzata con un marchio come, per esempio, offerte e premi personalizzati. Tuttavia, i marchi dovranno incoraggiare i clienti a fornirgli i propri dati.

Scenario dei social network
Studi da tutto il mondo hanno evidenziato un aumento delle ansie intorno all’immagine, alla salute e al lavoro per le generazioni più giovani. Da una recente ricerca dell’Università di Sheffield, emerge che il tempo trascorso on line da persone di età compresa tra i 8 e i 15 anni è raddoppiato e che il passare un'ora al giorno sui social media riduce gli indici di felicità del 14%. Mintel prevede che i brand inizieranno a cercare di influenzare positivamente gli adolescenti e il pubblico dei Millennials attraverso campagne di social media che promuovono un’immagine positiva del corpo e che respingono il bullismo on line. Di recente, marchi come il gigante del retail on line Asos hanno messo in scena modelli con le smagliature sul loro sito e sono stati elogiati dai consumatori.

Informazione e trasparenza
I consumatori di oggi esigono la trasparenza dei brand. Il diffuso accesso a Internet ha portato a una maggiore conoscenza del consumatore sui prodotti, sull’etica del marchio e sulle pratiche. Tutto ciò offre una significativa base di partenza per progetti sempre più mirati anche sul versante delle iniziative loyalty.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience