Matteo Restelli entra in Syneto Italia come Business Strategic Partner

Matteo Restelli entra in Syneto Italia come Business Strategic Partner

Vota questo articolo
(0 Voti)

Syneto, società specializzata nel settore IT, ha annunciato l’inserimento di Matteo Restelli nel proprio staff  in qualità di Business Strategic Partner.

Il top manager lavorerà al fianco del Ceo Vadim Comanescu portando la sua pluriennale esperienza nel settore ICT per migliorare la strategia commerciale, delineare i piani di marketing e di sviluppo del business, con un focus particolare nei confronti del mondo delle PMI. Restelli vanta una lunga esperienza nel settore ICT. Ingegnere, socio e direttore commerciale di una software house negli anni ’80, passa negli anni ‘90 come socio di Celo nel mondo della distribuzione informatica. Nel 1996, intuita la potenzialità di Internet, utilizza questa tecnologia per sviluppare la crescita del business con rivenditori e vendor. Partecipa alla costituzione di Esprinet, alla sua quotazione in Borsa del 2001 e alla sua crescita in qualità di Country Manager e membro del CdA. Nell’agosto del 2008, passa a occuparsi come Presidente di Esprinet Ibérica, azienda che conduce, in pochi anni, a raggiungere un giro d’affari di oltre 500 milioni e una buona redditività.

Matteo Restelli ha dichiarato: “L'Italia è da sempre il paese delle PMI.  Aziende flessibili, rapide, innovative. Aziende che, oggi più che mai, non possono fermarsi, ma, quando capita, debbono ripartire subito. Syneto, un’azienda di giovani ingegneri, offre quello che serve per ripartire in 15 minuti (e non è un modo di dire), a un prezzo giusto per una PMI: una sfida affascinante, un mix di tecnologia e conoscenza del mercato”.

Vadim Comanescu, Ceo di Syneto, ha sottolineato: “Siamo orgogliosi dell’ingresso di Matteo Restelli nella nostra squadra. La sua straordinaria esperienza nel management in aziende di grandi dimensioni del settore IT ci aiuterà a migliorare la nostra strategia commerciale, di marketing e del canale distributivo, con una visione strategica sulle reali esigenze del mercato europeo”.