Il consorzio Coripet apre ai converter

Il consorzio Coripet apre ai converter

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il consorzio Coripet, dopo aver ottenuto dal Ministero dell’Ambiente, nell’Aprile 2018, l’autorizzazione a operare autonomamente nella gestione del riciclo delle bottiglie PET, ha esteso la rappresentatività della propria filiera aprendo anche ai converter, le aziende che producono il semi lavorato utilizzato per produrre le bottiglie nelle linee di produzione di latte, acqua e bibite.

Nel dettaglio, i converter sono aziende che producono le preforme sia in PET opaco che in PET trasparente e il relativo processo di produzione prevede la possibilità di usare sia RPET che PET vergine.

Di conseguenza, il loro ingresso nella compagine societaria rappresenta un ulteriore passo in avanti per gli obiettivi di Coripet, quali il rendere concreto il ciclo “da bottiglia a nuova bottiglia” sia per il PET trasparente che per quello opaco.

Corrado Dentis, Presidente di Coripet, dichiara: “L’ingresso dei converter è un importante passo in avanti, perché completa la rappresentatività coinvolgendo tutti gli attori del processo di progettazione e produzione degli imballaggi in PET per liquidi alimentari. Avere all’interno di Coripet l’ intera filiera ci da la  possibilità di intervenire lungo tutta la intera vita dell’imballaggio in PET: progettazione, uso e riciclo”.

Slide background

PUBLISHING

4.0

MEDIA

experience